lunedì 17.6.2019
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Erasmus+: Bando EACEA/37/2016 - Cooperazione con la società civile in materia di gioventù

Titolo

Invito a presentare proposte - EACEA/37/2016 - Programma Erasmus+, azione chiave 3: sostegno alle riforme delle politiche - Cooperazione con la società civile in materia di gioventù

Oggetto

Bando nell’ambito del programma Erasmus+ (Azione chiave 3, Settore "Gioventù"): cooperazione con la società civile in materia di gioventù.

Fonte

GUCE/GUUE C 378/18 del 14/10/2016

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Fornire un sostegno strutturale alle ONG europee e alle reti a livello UE che perseguono obiettivi di interesse europeo nel settore della gioventù.

Azioni

Concessione di una sovvenzione di funzionamento per la realizzazione del programma di lavoro per il 2017 di ONG europee e reti a livello UE attive nel settore della gioventù con attività volte a:
- promuovere l’occupabilità dei giovani, in particolare svolgendo attività che favoriscono lo sviluppo di competenze e capacità attraverso l’istruzione non formale
- promuovere la responsabilizzazione dei giovani nella società e la loro partecipazione ai processi decisionali
- favorire lo sviluppo personale, socio-educativo e professionale dei giovani in Europa
- contribuire allo sviluppo del lavoro giovanile a livello europeo, nazionale, regionale o locale
- contribuire al dibattito sulle questioni politiche che interessano i giovani e le organizzazioni giovanili a livello europeo, nazionale, regionale o locale
- promuovere, tra i giovani in Europa, l’apprendimento interculturale, il rispetto della diversità, i valori della solidarietà, delle pari opportunità e dei diritti umani
- promuovere l’inclusione sociale dei giovani con minori opportunità
- contribuire all’attuazione della Dichiarazione di Parigi sulla promozione della cittadinanza e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l’istruzione (adottata a marzo 2015)
- contribuire all’attuazione del Piano d’azione sull’integrazione dei cittadini di paesi terzi (adottato a giugno 2016), attraverso azioni e progetti relativi all’integrazione nella società di accoglienza dei giovani provenienti da un contesto migratorio, compresi i rifugiati appena arrivati.

Il programma di lavoro annuale dell’organizzazione candidata deve prevedere attività senza scopo di lucro, orientate ai giovani e funzionali agli obiettivi indicati, in particolare:
- programmi di apprendimento e di attività non formali e informali destinati ai giovani e ai giovani lavoratori
- attività per lo sviluppo qualitativo del lavoro giovanile
- attività per lo sviluppo e la promozione degli strumenti di riconoscimento e trasparenza nel settore della gioventù
- seminari, incontri, laboratori, consultazioni, dibattiti dei giovani sulle politiche giovanili e/o questioni europee
- consultazioni dei giovani come contributo al dialogo strutturato nel settore della gioventù
- attività per promuovere la partecipazione attiva dei giovani alla vita democratica
- attività per promuovere l’apprendimento e la comprensione interculturale in Europa
- attività e strumenti riguardanti i media e la comunicazione sui temi relativi ai giovani e sulle questioni europee

Beneficiari

1. Organizzazioni non governative europee attive nel settore della gioventù operanti attraverso una struttura formalmente riconosciuta composta da: un ente/segretariato europeo (l'applicant) legalmente costituito da almeno 1 anno (alla data di presentazione della candidatura) in uno dei Paesi ammissibili e organizzazioni/filiali nazionali in almeno 12 Paesi ammissibili.

2. Reti a livello UE composte da organizzazioni senza scopo di lucro giuridicamente autonome, attive nel settore della gioventù, operanti attraverso un contesto di governance informale costituito da: un’organizzazione legalmente costituita da almeno 1 anno (alla data di presentazione della candidatura) in uno dei Paesi ammissibili, con funzioni di coordinamento della rete (l'applicant) e  altre organizzazioni stabilite in almeno 12 Paesi ammissibili.

Le Agenzie nazionali Erasmus+ e le organizzazioni che abbiano membri appartenenti ad Agenzie nazionali Erasmus+ (in numero pari o superiore a 2/3) non sono ammissibili al bando.

Entità Contributo

La sovvenzione di funzionamento sarà massimo di 35.000  euro.

Modalità e procedura

Per la presentazione delle candidature è necessario registrarsi al Portale dei partecipanti al fine di ottenere un Participant Identification Code (PIC). Il PIC sarà richiesto per generare l`eForm (formulario elettronico) e presentare la candidatura online.

In allegato il testo del bando e le relative Guidelines. Ulteriore documentazione è reperibile alla pagina web dell'Agenzia esecutiva EACEA indicata a fondo scheda.

Scadenza

29/11/2016, ore 12.00 (ora di Bruxelles)

Referente

EACEA - Agenzia esecutiva per l`istruzione, l`audiovisivo, la cultura

Risorse finanziarie disponibili

600.000 euro (indicativamente l’80% per le ONG, il 20%  per le Reti)

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Turchia -

ex Repubblica jugoslava di Macedonia

EFTA/SEE - Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Indirizzi Utili

Referente: EACEA - Agenzia esecutiva per l`istruzione, l`audiovisivo, la cultura
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 14/10/2016
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it