venerdì 21.7.2017
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Anticipazioni sul 3° bando Interreg Central Europe

Titolo

Interreg Central Europe: Third call comes with a thematic focus

Note

Si aprirà il 21 settembre e resterà aperto fino al 25 gennaio 2018 il terzo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE che mette a disposizione 60 milioni di euro per progetti in tema di innovazione, energia, risorse naturali e culturali e trasporti che hanno l’obiettivo di migliorare la vita e il lavoro nelle città e regioni dell’Europa centrale coinvolte dal programma.

I progetti riguardano tutti gli assi del programma ma per alcuni saranno ammissibili solo progetti su temi specifici, e precisamente:

Obiettivi completamente aperti:
Obiettivo specifico 2.2: migliorare le strategie territoriali di pianificazione energetica a basso tenore di carbonio e le politiche che sostengono la mitigazione dei cambiamenti climatici
Obiettivo specifico 3.1: migliorare la capacità di gestione ambientale integrata per la protezione e l'uso sostenibile del patrimonio e delle risorse naturali
Obiettivo specifico 3.3: migliorare la gestione ambientale delle aree urbane funzionali per renderle luoghi più vivibili
Obiettivo specifico 4.1: migliorare la pianificazione e il coordinamento dei sistemi regionali di trasporto passeggeri per migliorare i collegamenti alle reti di trasporto nazionali ed europee
Obiettivo specifico 4.2: migliorare il coordinamento tra gli stakeholder del trasporto merci per aumentare le soluzioni multimodali eco-compatibili

Obiettivi aperti solo per alcuni temi:
Obiettivo specifico 1.1: migliorare relazioni sostenibili fra gli attori del sistema dell’innovazione per rafforzare le capacità di innovazione regionale nell’area geografica de programma
Saranno finanziati esclusivamente progetti che riguardino l'implementazione bottom-up di strategie di specializzazione intelligenti; approcci a tripla e quadrupla elica, che rafforzano la partecipazione del pubblico e della società civile; pratiche innovative come approcci di co-creazione e azioni che avvicinano l'innovazione al mercato.

Obiettivo specifico 1.2: migliorare  le competenze tecniche e imprenditoriali per far progredire l’innovazione economica e sociale nell’area del programma
Saranno finanziati esclusivamente progetti che riguardino l’innovazione sociale e l’integrazione di gruppi e regioni svantaggiate attraverso il rafforzamento delle infrastrutture, dei servizi e dei sistemi di sostegno oppure lo sviluppo di competenze imprenditoriali per rafforzare l'innovazione sociale.

Obiettivo specifico 2.1: sviluppare e implementare soluzioni per aumentare l'efficienza energetica e l'uso di energie rinnovabili nelle infrastrutture pubbliche
Saranno finanziati esclusivamente progetti che riguardino l’efficienza energetica delle infrastrutture pubbliche diverse dagli edifici pubblici e dall’illuminazione stradale (ad esempio le infrastrutture per i trasporti, l’acqua, i rifiuti o le TIC), compresi i loro aspetti finanziari e l'integrazione delle fonti energetiche rinnovabili.

Obiettivo specifico 3.2: migliorare le capacità per l'uso sostenibile del patrimonio e delle risorse culturali
Saranno finanziati esclusivamente progetti che riguardino le industrie culturali e creative (ICC) quali l'imprenditorialità delle CCI, le politiche delle CCI, la cooperazione trans-settoriale e i legami delle CCI con altri settori e tecnologie innovative.

I progetti dovranno essere realizzati da una partnership di almeno 3 organizzazioni provenienti da 3 diversi Paesi, di cui almeno 2 devono provenire dai territori ammissibili al programma. Il tasso di cofinanziamento dei progetti varia fra l’80 e l’85%; per i partner italiani è dell’80% (per i soli soggetti pubblici il restante 20% è messo a disposizione dal Fondo di rotazione).

L’area programma comprende alcune regioni di 9 Stati UE, e precisamente: l’intero territorio di Austria, Croazia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Slovacchia e Ungheria; 8 land della Germania (Baden-Württemberg, Bayern, Berlin, Brandenburg, Mecklenburg, Vorpommern, Sachsen, Sachsen-Anhalt, Thüringen) e 9 regioni dell’Italia  (Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Provincia Autonoma di Trento, Provincia Autonoma di Bolzano).

L’autorità di gestione del programma è la Città di Vienna e ogni stato partner del programma ospita un punto di contatto nazionale (per l’Italia è la Regione Veneto).

Il bando sarà ufficialmente aperto in occasione della conferenza annuale del programma, che celebrerà anche i 20 anni di questo programma (è nato nel ’97 con la denominazione Interreg II B CADSES): l’appuntamento a Berlino il 21 e 22 settembre


Per aggiornamenti si rimanda al sito web del programma




Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 05/07/2017
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it