venerdì 14.12.2018
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


COSME - Sostegno a consorzi per appalti pubblici di innovazione

Titolo

COS-PPI-2018-2-01: Co-financing of consortia for public procurement of innovation

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa COS-PPI-2018-2-01

Note

La Commissione europea - Agenzia esecutiva per le PMI (EASME) ha lanciato un bando con il quale intende rafforzare la competitività e la sostenibilità delle imprese europee, in particolare PMI, attraverso il sostegno a consorzi che promuovano appalti pubblici di innovazione, con l’obiettivo di migliorare l’accesso delle PMI ai mercati dell'Unione.

L'accesso agli appalti pubblici è difficile per le PMI europee e attraverso questo bando la Commissione si aspetta di aumentare la percentuale di PMI che hanno accesso al mercato degli appalti pubblici e di migliorare la visibilità e la consapevolezza dei vantaggi degli appalti di innovazione per un numero crescente di acquirenti pubblici.

Il bando ha tre obiettivi principali:
1. incoraggiare la cooperazione tra gli acquirenti pubblici per promuovere l'uso degli appalti pubblici al fine di contribuire allo sviluppo dell'innovazione.
2. utilizzare gli appalti pubblici come meccanismo per guidare l'innovazione in settori di forte interesse pubblico come, ad esempio, l'energia pulita o l'assistenza sanitaria, incoraggiando in questo modo le imprese innovative dell'UE a sviluppare nuove soluzioni per affrontare le sfide della società.
3. collegare e stabilire sinergie con progetti di ricerca e innovazione finanziati dall'UE, quando possibile.

Concretamente il bando sostiene la creazione di consorzi di acquirenti pubblici di almeno due paesi ammissibili: tali consorzi dovranno progettare e attuare una misura di appalto pubblico per l'innovazione (PPI). Gli acquirenti pubblici membri del consorzio acquisiranno le soluzioni innovative individuate, eventualmente in modo congiunto, nel rispetto delle norme (UE e nazionali) vigenti in materia di appalti pubblici.

I consorzi che si candidano devono essere in grado di dimostrare che le soluzioni previste con l'appalto sono nuove per l'acquirente pubblico, che non sono ancora disponibili su una base commerciale di vasta scala e che la soluzione (o le soluzioni) può essere di interesse per gli acquirenti pubblici di altri Stati UE.
La proposta progettuale deve prevedere attività specifiche precisate nel bando.

Possono presentare una proposta progettuale in qualità di acquirenti pubblici enti dotati di personalità giuridica quali ad esempio:
- organizzazioni senza scopo di lucro (private o pubbliche);
- autorità pubbliche (nazionali, regionali, locali);
- università o istituti di istruzione;
- centri di ricerca;
- entità a scopo di lucro;

Il proponente deve presentare la proposta progettuale assieme ad almeno un altro soggetto di un diverso Stato ammissibile* (la Commissione raccomanda che il partenariato non superi i 6/7 membri).

Il budget disponibile per il bando ammonta a 4 milioni di euro, che andranno a co-finanziare 3/4 proposte di progetto (la Commissione si aspetta che il valore indicativo del contributo vada dagli 800.000 a 1,5 milioni di euro).

Scadenza per la presentazione delle proposte progettuali: 11/12/2018 h. 17

Tutta la documentazione del bando è disponibile qui

 

* i 28 Stati UE più alcuni paesi terzi.

Formulari e Documenti




Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 30/08/2018
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it