martedì 16.7.2019
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Girls 4 STEM in Europe: bando per progetto pilota

Titolo

Call for proposals Girls4STEM-2019 – Pilot project Girls 4 STEM in Europe

Oggetto

Girls 4 STEM in Europe: bando per un progetto pilota

Fonte

Commissione europea - Funding & Tender Portal del 24/5/2019

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Contribuire a promuovere e a insegnare alle ragazze le materie scientifiche, ingegneristiche, tecnologiche e matematiche (STEM) in modo attraente e coinvolgente, al fine di affrontare il divario di competenze esistente nei settori STEM all'interno dell'UE e in particolare la carenza di donne e i crescenti tassi di abbandono delle scuole a indirizzo STEM da parte delle ragazze.

Azioni

Si intende sostenere un solo progetto pilota che realizzi una duplice azione:
- in primo luogo, la creazione di una rete di scuole, università, istituti di istruzione superiore e imprese che opererà come una piattaforma per sostenere l’avanzamento delle ragazze nell'istruzione e nelle carriere STEM, per scambiare migliori pratiche e sensibilizzare le ragazze di tutta Europa in merito all’ampio spettro di offerte di istruzione e formazione.
- in secondo luogo, l’ideazione di campi estivi gratuiti per ragazze di 13-18 anni (in genere di 1 o 2 settimane) per far conoscere alle ragazze della scuola media e superiore l'ampia gamma di materie STEM, in particolare i principi dell'ingegneria del software e i linguaggi di programmazione. Le esperienze e le opinioni raccolte nel corso dei campi estivi e di altre azioni saranno utilizzate dalla rete per fornire raccomandazioni e linee guida pratiche per la replicazione dell’iniziativa a livello locale.

Attività ammissibili:
- campi estivi con esperimenti, visite sul campo e attività di laboratorio per mostrare come si lavora nelle carriere scientifiche, tecnologiche, ingegneristiche e matematiche;
- insegnamento dei principi dell'ingegneria del software: algoritmi, struttura dei programmi, sistemi informatici;
- insegnamento della programmazione informatica, con un focus su strumenti reali (come Python, Ruby, Javascript, HTML, CSS, o altro rilevante);
- reclutamento preferibilmente di docenti femminili per i campi estivi, per fungere da modelli di riferimento;
- eventi di sensibilizzazione organizzati dai membri della rete (campagne mediatiche tradizionali o sui social media per evidenziare la necessità di una quota maggiore di ragazze nelle STEM, workshop per informare genitori, insegnanti e le ragazze sull'intera gamma di opzioni di istruzione e formazione, giornate di “open doors”, visite scolastiche);
- guida pratica sull'organizzazione dei campi STEM, facilmente riproducibile da altri partner a livello locale;
- relazione sulle attività svolte, con le migliori pratiche e le raccomandazioni per ulteriori azioni;
- conferenze e seminari;
- attività di formazione;
- attività di divulgazione;
- azioni mirate alla creazione e al potenziamento di reti, scambi di buone pratiche;
- studi, analisi, mappature.

Risultati attesi dal progetto:
La rete tra scuole, università, istituti di istruzione superiore, imprese si tradurrà in:
- consolidamento in Europa degli attori che hanno interesse a una maggiore quota di ragazze nelle discipline STEM;
- consolidamento e diffusione di strategie sulle migliori pratiche per coinvolgere più ragazze nelle STEM;
- accresciuta consapevolezza sociale sulla necessità di attirare più ragazze verso le STEM.

Il programma estivo raggiungerà tutti i Paesi UE, servendo oltre 1.000 ragazze della scuola media e superiore, molte delle quali provenienti da contesti svantaggiati/sottorappresentati.

Beneficiari

Possono presentare proposte soggetti quali: organizzazioni senza scopo di lucro, autorità pubbliche a livello locale, regionale o nazionale, organizzazioni internazionali, università e centri di ricerca, istituti di istruzione, imprese, persone fisiche.
Questi soggetti devono essere stabiliti nei Paesi UE o EFTA.

Entità Contributo

Il contributo UE può coprire fino al 70% dei costi totali ammissibili del progetto.

Modalità e procedura

Il progetto deve essere realizzato da un consorzio costituito da almeno due partner di due diversi Paesi ammissibili.

Il progetto proposto deve avere durata massima di 24 mesi, indicativamente con inizio a dicembre 2019.

In allegato a questa scheda è disponibile il testo del bando. L’application form e ulteriore documentazione necessari per presentare candidature possono essere scaricati dal Funding & Tender Portal

Scadenza

27/08/2019

Referente

Commissione europea - DG Connect

Risorse finanziarie disponibili

350.000 euro

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

EFTA - Associazione europea per il libero scambio. Comprende la Svizzera, il Liechtenstein, l'Islanda e la Norvegia. Questi Paesi (esclusa la Svizzera) hanno firmato con l'UE l'accordo SEE.

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 30/05/2019
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it