mercoledì 5.8.2020
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Cinemas as Innovation Hubs for Local Communities – 2° bando **posticipata la scadenza**

Titolo

Call for proposals CNECT/i.3/2020/2738010 - Cinemas as Innovation Hubs for Local Communities – 2nd call

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa

Note

La Commissione europea ha pubblicato un nuovo bando per l’Azione preparatoria Cinemas as Innovation Hubs for Local Communities”, con cui stanzia 1,5 milioni di euro per promuovere la creazione di hub culturali innovativi che ruotano attorno alle sale cinematografiche, in particolare nelle zone in cui le sale e le infrastrutture culturali sono limitati e la crisi determinata dal Covid 19 ha avuto un forte impatto.

L’Azione preparatoria punta, infatti, a sostenere la creazione di spazi culturali innovativi incoraggiando i cinema ad innovare e a rivestire un ruolo più importante per lo sviluppo delle comunità locali. Supporta inoltre l’audience development  incoraggiando i cinema ad offrire non solo contenuti audiovisivi, ma anche servizi e contenuti culturali di altro tipo, nonché attività educative e/o di intrattenimento per un pubblico giovane.

In particolare, l’Azione intende testare nuove esperienze di fruizione dei cinema concentrandosi su due aspetti:
- ripensare l'esperienza cinematografica a seguito della crisi pandemica nell’ottica di creare spazi culturali innovativi, in particolare attraverso la cooperazione tra cinema e piattaforme VOD;
- incentivare l’Audience development e la costruzione di comunità attraverso esperienze interattive, ovvero offrendo un’ampia gamma di attività culturali ed educative.

I risultati attesi sono:
- creazione di hub culturali innovativi attraverso la collaborazione tra sale cinematografiche e con altri operatori dei settori culturali e creativi, comprese le piattaforme online;
- nuovi modelli di business per interagire con il pubblico esistente e raggiungere nuovo pubblico, in particolare i giovani, offrendo contenuti creativi europei diversificati di qualità  (audiovisivi e altri tipi di contenuti culturali), nonché attività educative (educazione cinematografica, alfabetizzazione mediatica);
- innovazione nell’esperienza cinematografica che conduce allo sviluppo di nuovi modelli di esperienza culturale, in particolare nelle zone con infrastrutture cinematografiche/culturali limitate o particolarmente colpite dalla crisi pandemica;
- sviluppo sociale ed economico delle comunità locali attraverso azioni innovative che tengono conto degli effetti della crisi e rivitalizzano l'esperienza cinematografica nella sua dimensione reale e virtuale;
- incremento della collaborazione transfrontaliera tra operatori cinematografici e tra cinema, piattaforme VOD e altre organizzazioni culturali anche nelle aree con infrastrutture cinematografiche limitate.

Potranno essere finanziate attività come:
- progetti di cooperazione transfrontaliera tra operatori cinematografici, nonché tra cinema, piattaforme VOD o altre organizzazioni culturali;
- programmazione cinematografica curata e diversificata, con almeno il 60% di contenuti europei (principalmente dai Paesi UE) di diverso genere e format, che rispecchi la diversità culturale europea; la programmazione dovrebbe presentare un forte valore culturale e potrebbe includere, tra l’altro, lungometraggi, serie TV, animazione, documentari, film storici, contenuti innovativi come la realtà virtuale;
- attività educative (compresi dibattiti, workshop creativi, anche online) su argomenti come il cinema, le nuove tecnologie audiovisive, altre attività culturali o le arti dello spettacolo;
- azioni innovative che tengono conto degli effetti della crisi pandemica e rivitalizzano l'esperienza cinematografica nella sua dimensione reale e virtuale (ad esempio, collaborazione con le piattaforme VOD);
- attività di promozione e comunicazione;
- azioni volte alla creazione e al potenziamento di reti, scambi di buone pratiche;
- sostegno finanziario a terzi.

I progetti proposti dovranno avere una durata massima di 18 mesi con inizio tra novembre 2020 e marzo 2021.

Il bando è aperto a esercenti cinematografici e organizzazioni culturali, profit e no-profit, stabiliti negli Stati UE. Le proposte devono essere presentate da un consorzio costituito da almeno 3 partner di 3 diversi Stati UE, di cui almeno 1 sia un operatore cinematografico.

Il contributo Ue può coprire fino al 70% dei costi totali ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro. Si prevede di finanziare 4-5 progetti.

La scadenza per la presentazione delle proposte, inizialmente fissata al 7 agosto 2020, è stata posticipata al 21 agosto 2020.

In allegato il testo del bando. Tutta la documentazione per partecipare è reperibile sulla pagina web dedicata

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cechia, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 22/06/2020


Autore ultima modifica: Silvia Tomasi
Data ultima modifica: 03/08/2020
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it