sabato 24.06.2017
Europa Facile > Scheda News

Scheda News


Una Relazione Ue spiega come la politica di coesione può aiutare le regioni a basso reddito e a bassa crescita
La Commissione europea ha pubblicato una Relazione che fotografa la situazione delle regioni dell'UE caratterizzate da bassi livelli di crescita e ricchezza, individuando percorsi per sostenere strategie di sviluppo regionale con l'aiuto dei fondi UE.

Sono “regioni a bassa crescita" quelle che registrano un PIL pro capite fino al 90% della media UE ma con una persistente mancanza di crescita, si definiscono invece "regioni a basso reddito" quelle in cui il PIL pro capite è in crescita ma ancora inferiore al 50% della media dell'UE. In tali regioni vivono 83 milioni di persone, vale a dire 1 cittadino UE su 6. Regioni a bassa crescita sono presenti in Grecia, Spagna, Italia e Portogallo, mentre il gruppo più rilevante di regioni a basso reddito si concentra in Bulgaria, Romania, Ungheria e Polonia.

Nella Relazione vengono valutati i fattori che favoriscono e che ostacolano la competitività nelle regioni europee in ritardo su crescita e ricchezza e si indaga il motivo per cui queste non hanno ancora raggiunto i livelli di crescita e reddito previsti per l'UE. In particolare, si individuano le aree in cui tali regioni hanno bisogno di investire - capitale umano, innovazione, qualità delle istituzioni e migliore accessibilità - e gli strumenti disponibili nel quadro della politica di coesione dell'UE di cui potrebbero beneficiare.

In allegato il testo della Relazione (disponibile solo in lingua inglese). Per saperne di più: Fact sheet sulla Relazione.

 

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 14.04.2017
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it