lunedì 23.09.2019
Europa Facile > Scheda News

Scheda News


Early Warning Europe: l’Europa al servizio delle aziende in crisi

E’ stata lanciata di recente l’iniziativa europea Early Warning Europe (EWE) che offre una consulenza gratuita, imparziale e personalizzata alle aziende in crisi.

Early Warning Europe è co-finanziata da COSME, il programma dell’Unione europea per la competitività delle imprese e delle PMI, che ha l’obiettivo di creare un ambiente favorevole per la crescita delle aziende e incoraggiare la cultura imprenditoriale in Europa.

L’iniziativa EWE intende fornire consulenza e supporto alle aziende in crisi per evitarne il fallimento e le sue conseguenze negative, fra le quali soprattutto la perdita di posti di lavoro e l’aumentato rischio economico per i clienti e i fornitori nella catena di valore aziendale. Un intervento immediato contribuirà invece ad accrescere le probabilità di risanamento dell’impresa e potrà tradursi in una ripresa economica stabile e persino in una crescita sostenibile.

Le origini del progetto sono da collocare nel 2016, quando 15 organizzazioni provenienti da 7 Stati membri UE hanno creato una partnership in risposta alla callEuropean Network for Early Warning and for Support to Enterprises and Second Starters”, pubblicata nel quadro del programma COSME. La partnership è stata selezionata a luglio 2016 per attuare e gestire meccanismi di Early Warning in quattro Paesi target: Polonia, Spagna, Italia e Grecia.

Come funziona EWE ?

EWE si basa su tre pilastri:
- Consulenti esperti che si occupano della valutazione preliminare, stabilendo i principali punti del piano di azione e definendo i futuri step dell’operazione di “salvataggio” aziendale.
- Imprenditori esperti che volontariamente supportano e consigliano il titolare dell’azienda in crisi al fine di modificare la situazione, consentendone la sopravvivenza e possibilmente una nuova crescita.
- Facoltativamente, una stretta cooperazione con avvocati esperti in materia fallimentare nel caso in cui si preveda siano necessarie misure legali.

Per beneficiare del servizio, l’impresa può contattare un consulente di Early Warning presso una delle organizzazioni partner per una prima valutazione della situazione. A seguito della valutazione preliminare, il consulente e l’impresa si accordano su un piano d’azione, che potrà contemplare anche l’affiancamento di un advisor volontario con consolidate competenze di business che supporterà l’impresa nel percorso di risanamento.

Early Warning Europe è attualmente attivo in 7 Paesi: Italia (attraverso l’Unione Industriale di Torino), Polonia, Spagna, Belgio, Grecia, Danimarca e Germania. A breve si diffonderà anche in Finlandia, Croazia, Slovenia e Lituania.

Per approfondire:

Early Warning Europe sul sito della Commissioine UE

Early Warning Europe: Project website

Unione Industriale di Torino



Autore: Andrea Pignatti
Data Pubblicazione: 25.06.2019
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it