domenica 27.09.2020
Europa Facile > Scheda News

Scheda News


Bilancio UE 2021: la proposta della Commissione europea pone al centro la ripresa post Covid

La Commissione europea ha presentato la sua proposta per il bilancio UE del 2021, basata sulle proposte avanzate lo scorso 27 maggio sul futuro Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e sul nuovo strumento per la ripresa Next Generation EU.

Tradotto in cifre ciò significa che per il 2021 si prevede un bilancio UE da 166,7 miliardi di €, a cui si aggiungono 211 miliardi di € in sovvenzioni e circa 133 miliardi di € in prestiti derivanti da Next Generation EU.

Insieme, il bilancio annuale 2021 e Next Generation EU mobiliteranno importanti investimenti per affrontare la crisi economica e sociale causata dalla pandemia di Coronavirus. Il progetto di bilancio indirizza i fondi là dove possono fare maggiormente la differenza, in linea con le esigenze di ripresa degli Stati membri dell'UE. Riflette le priorità dell'Unione e contribuirà al rilancio e alla modernizzazione, promuovendo la transizione verde e digitale, creando posti di lavoro e rafforzando il ruolo dell'Europa nel mondo.

La Commissione propone per questo di assegnare:

- 1,34 miliardi di € al programma Europa digitale, per favorire la transizione digitale e potenziare le cyber-sicurezza dell'Unione;

- 3 miliardi di € al Meccanismo per collegare l'Europa, per investire in un'infrastruttura di trasporto moderna ed efficiente che faciliti i collegamenti transfrontalieri;

- 575 milioni di € a favore del programma per il Mercato Unico, nonchè 36,2 milioni di € e 127 milioni di € rispettivamente per i programmi a sostegno della cooperazione fiscale e doganale;

- 2,89 miliardi di € per il programma Erasmus+ e 306 milioni di € per i settori culturali e creativi attraverso Europa creativa;

- 1,1 miliardi di € per il Fondo asilo e migrazione e 1 miliardo di € per il Fondo per la gestione integrata delle frontiere, per rafforzare la cooperazione per la protezione delle frontiere esterne e la politica di migrazione e asilo;

- 55,2 miliardi di € per la politica agricola comune e 813 milioni di € per il Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, per rafforzare la resilienza del settore agroalimentare e della pesca e dotarli dei mezzi necessari per gestire la crisi;

- 228 milioni di € per il Fondo sicurezza interna e 1,05 milioni di € per il Fondo europeo per la difesa a sostegno dell'autonomia strategica e della sicurezza dell'Europa;

- 1,9 miliardi di € per l'assistenza preadesione.

Gran parte dei fondi sarà inoltre destinata alle azioni prioritarie individuate nel quadro di Next Generation EU, in particolare:

- 131,5 miliardi di € di prestiti e circa 133 miliardi di € di sovvenzioni potranno essere erogati agli Stati membri attraverso il Dispositivo per la ripresa e la resilienza;

- 17,3 miliardi di €, di cui 5 da Next Generation EU, andranno a Orizzonte Europa per sostenere la ricerca e l'innovazione nei settori della salute e del clima;

- 10,13 miliardi di € saranno destinati a InvestEU per investimenti in infrastrutture sostenibili, innovazione e digitalizzazione. Una parte dei fondi andrà al Dispositivo per gli investimenti strategici per sviluppare l'autonomia strategica delle catene di approvvigionamento essenziali a livello europeo;

- 8,28 miliardi di € andranno allo Strumento di sostegno alla solvibilità, per affrontare i problemi di solvibilità delle imprese economicamente sostenibili di tutti i settori;

- 47,15 miliardi di € saranno destinati alla politica di coesione e saranno integrati da altri 42,45 miliardi di € nel quadro di REACT-EU. Le risorse supporteranno sussidi all'occupazione, regimi di riduzione dell'orario lavorativo e misure a favore dell'occupazione giovanile e a sostegno delle PMI;

- 9,47 miliardi di €, di cui 7,96 da Next Generation EU, saranno assegnati al Fondo per una transizione giusta affinchè la transizione verso la neutralità climatica non lasci indietro nessuno;

- 619 milioni di € saranno destinati a rescEU, il Meccanismo UE di protezione civile, per rispondere a emergenze su vasta scala;

- 1,19 miliardi di €, di cui 1,17 da Next Generation EU, andranno al nuovo programma per la salute EU4Health;

- 15,36 miliardi di €, di cui 3,29 da Next Generation EU, saranno assegnati allo strumento di vicinato, cooperazione allo sviluppo e cooperazione internazionale (NDICI).

L'adozione della proposta di bilancio 2021 dipende ora anche dall'esito del negoziato, ancora in corso, sul Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 e sul nuovo strumento per la ripresa. Una volta adottato, il bilancio 2021 sarà il primo bilancio annuale dell'UE post Brexit.
 

- Comunicato stampa della Commissione UE sul tema

- Commissione UE - Domande e risposte sul progetto di bilancio UE 2021

- Scheda informativa sul progetto di bilancio UE 2021



Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 25.06.2020
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it