mercoledì 05.08.2020
Europa Facile > Scheda News

Scheda News


La Regione Emilia-Romagna e i Fondi UE: importanti riconoscimenti dalla Commissione europea

In questo mese di luglio la Commissione europea, segnatamente la Direzione Generale che si occupa della politica di coesione (DG Regio), ha manifestato una particolare attenzione per la Regione Emilia-Romagna, terra che attrae talenti e genera innovazione, spesso apripista nell’accogliere le sperimentazioni con le quali la Commissione intende esplorare nuove strade. Ha infatti dedicato alla nostra regione un ampio speciale nel nuovo numero di Panorama, il magazine sulla politica di coesione regionale della DG Regio e ha selezionato quello delll’Emilia-Romagna fra i cinque programmi che beneficeranno di un sostegno mirato per accrescere la partecipazione dei cittadini nelle azioni dei fondi UE.

Il numero 73 di Panorama, pubblicato il 7 luglio, dedica una sezione speciale di 10 pagine alla nostra regione, qualificata come un hub strategico fra Italia ed Europa. Quello che emerge è la grande vocazione europea dell’Emilia-Romagna, che negli ultimi vent’anni ha saputo creare, grazie ai Fondi europei, un terreno fertile per l’innovazione e l’attrattività, come spiega il presidente Stefano Bonaccini nell’intervista esclusiva pubblicata sul magazine. Un approfondimento sullo speciale di Panorama è disponibile sulla pagina web dedicata sul sito della Regione Emilia-Romagna.

Il 10 luglio la Commissione ha poi annunciato i cinque programmi selezionati per sperimentare metodi innovativi per coinvolgere i cittadini nell’attuazione concreta dei progetti di coesione, fra i quali quello dell’Emilia-Romagna, nel quadro di un’azione pilota che attraverso il coinvolgimento di cittadini e organizzazioni della società civile intende migliorare i risultati dei progetti stessi.  La nostra regione, come le altre quattro realtà selezionate (che sono il governo regionale della Cantabria, in Spagna, l’autorità responsabile del programma operativo per le infrastrutture e l'ambiente in Polonia, e le autorità responsabili della di gestione dei programmi Interreg Bulgaria-Romania e Paesi Bassi - Fiandre) beneficerà delle competenze tecniche fornite dall’OCSE per la realizzazione del suo programma, riguardante l'attuazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile negli investimenti della politica di coesione: un team dedicato della divisione "Governo aperto e innovativo" dell'OCSE fornirà sostegno pratico finalizzato a coinvolgere maggiormente la società civile, anche nell'analisi della situazione, in dibattiti strutturati con le parti interessate e nella stesura di un piano d'azione. Un approfondimento sul contenuto del programma è disponibile sulla pagina web dedicata sul sito della Regione Emilia-Romagna.



Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 16.07.2020
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it