martedì 2.6.2020
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


Proposta di Regolamento relativo al programma Diritti e cittadinanza (2014-2020)

Titolo

Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma “Diritti e cittadinanza” per il periodo 2014-2020

Oggetto

Programma dell’UEDiritti e Cittadinanza” (2014-2020).

Il programma subentrerà a tre programmi attualmente esistenti in vigore fino alla fine del 2013, ovvero: i programmi specifici “Daphne III” e “Diritti fondamentali e cittadinanza” , che rientrano nel programma quadro “Diritti fondamentali e Giustizia”, e le sezioni “Diversità e lotta contro la discriminazione” e “Parità fra uomini e donne” del programma PROGRESS.

Nota: L’iter legislativo per l’approvazione di questo programma è attualmente in corso. La presente scheda informativa si basa sulla proposta legislativa presentata dalla Commissione UE il 15 novembre 2011; pertanto, a seguito dell’adozione definitiva del programma, potrebbe subire modifiche.

Fonte

COM (2011) 758 def. del 15/11/2011

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Il programma intende contribuire alla creazione di uno spazio in cui i diritti delle persone, quali sanciti dal Trattato sul funzionamento dell`UE e dalla Carta dei diritti fondamentali dell`Unione europea, siano promossi e protetti. In particolare, i suoi obiettivi specifici sono:
- contribuire a rafforzare l`esercizio dei diritti derivanti dalla cittadinanza dell`Unione;
- promuovere l`attuazione efficace del divieto di discriminazioni fondate sul sesso, la razza o l`origine etnica, la religione o le convinzioni personali, la disabilità, l`età o l`orientamento sessuale, compresi il principio di parità tra donne e uomini e i diritti delle persone con disabilità e degli anziani;
- contribuire a garantire un livello elevato di protezione dei dati personali;
- promuovere il rispetto dei diritti dei minori;
- promuovere i diritti derivanti dalla normativa dell`UE sui consumatori e dalla libertà di impresa nel mercato interno.

Azioni

Settori d’intervento:
a) sensibilizzazione del pubblico e miglioramento della conoscenza del diritto e delle politiche dell’Unione;
b) sostegno all`attuazione del diritto dell`UE negli Stati membri;
c) promozione della cooperazione transnazionale e rafforzamento della conoscenza e della fiducia reciproche i soggetti interessati;
d) miglioramento della conoscenza e della comprensione di eventuali problemi che incidono sull`esercizio dei diritti e dei principi sanciti dal Trattato, dalla Carta dei diritti fondamentali e dalla legislazione derivata dell`Unione.


Azioni finanziabili:
▫ attività di analisi; elaborazione di metodologie, di indicatori o criteri di riferimento comuni; studi, ricerche, analisi e indagini; valutazioni e valutazioni d’impatto; elaborazione e pubblicazione di guide, relazioni e materiale didattico; monitoraggio e valutazione del recepimento e dell`applicazione del diritto dell’UE e dell’attuazione delle sue politiche; conferenze, seminari, riunioni di esperti.
▫ attività di formazione, come scambi di personale, convegni, seminari, eventi di formazione per formatori, sviluppo di moduli di formazione online o di altro tipo.
▫ attività di apprendimento reciproco, cooperazione, sensibilizzazione e divulgazione, quali individuazione e scambio di buone prassi, approcci ed esperienze innovativi, organizzazione di valutazioni peer review; organizzazione di conferenze e seminari; organizzazione di campagne di sensibilizzazione e d’informazione nonché di eventi mediatici, inclusa la comunicazione istituzionale delle priorità politiche dell’UE; raccolta e pubblicazione di materiali informativi sul programma; sviluppo, gestione e aggiornamento di sistemi e strumenti che utilizzano le tecnologie della comunicazione e dell’informazione;
▫ sostegno alle principali parti coinvolte, come gli Stati membri, nella fase di attuazione delle norme e delle politiche dell’UE; sostegno a reti chiave a livello europeo la cui attività è collegata agli obiettivi del programma; networking a livello europeo tra enti e organizzazioni specializzati, autorità nazionali, regionali e locali; finanziamento di reti di esperti; finanziamento di osservatori a livello europeo.

Beneficiari

Organismi ed enti pubblici o privati pertinenti.

Il programma sarà aperto a soggetti stabiliti nei seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA/SEE, Paesi in via di adesione, Paesi candidati effettivi e potenziali. Inoltre, soggetti stabiliti in altri Paesi terzi, in particolare nei Paesi della politica europea di vicinato, possono essere associati alle azioni del programma, qualora ciò sia utile alla loro realizzazione.

Il programma è aperto anche a organizzazioni internazionali attive nei settori coperti dal programma, quali il Consiglio d’Europa, l’OCSE e l’ONU.

Scadenza

Il programma sarà operativo per il periodo 1/1/2014 -31/12/2020.

Risorse finanziarie disponibili

439 milioni di euro

Aree Geografiche

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 13/11/2012


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it