giovedì 28.10.2021
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


2013 - Anno europeo dei cittadini

Titolo

Decisione n. 1093/2012/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 novembre 2012 relativa all’Anno europeo dei cittadini (2013)

Oggetto

2013 - Anno europeo dei cittadini

Fonte

GUCE/GUUE L 325/1 del 23/11/2012

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

L’obiettivo generale dell’“Anno europeo” è rafforzare la consapevolezza e la conoscenza dei diritti e delle responsabilità connessi alla cittadinanza dell’Unione. In particolare, gli obiettivi specifici dell’Iniziativa sono:

- rafforzare la consapevolezza dei cittadini dell’UE relativamente al diritto di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri e a tutti gli altri diritti connessi alla cittadinanza dell’Unione;
- rafforzare la consapevolezza dei cittadini dell’Unione, compresi i giovani, riguardo alle modalità con le quali possono concretamente beneficiare dei diritti dell’Unione, nonché alle politiche e ai programmi esistenti per sostenere l’esercizio di tali diritti;
- stimolare il dibattito sulle conseguenze e le potenzialità del diritto di circolare e soggiornare liberamente quale aspetto inalienabile della cittadinanza dell’UE, con l’obiettivo di incoraggiare la partecipazione attiva dei cittadini dell’Unione, in particolare a forum civici sulle politiche dell’Unione e alle elezioni del Parlamento europeo, rafforzando in tal modo la coesione sociale, la diversità culturale, la solidarietà, la parità tra donne e uomini, il rispetto reciproco e il senso di un’identità comune europea tra i cittadini dell’Unione, sulla base dei valori fondamentali dell’Unione sanciti nel Trattato UE e nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

Azioni

Iniziative a livello europeo, nazionale, regionale o locale consistenti in:
- campagne di informazione, di copertura mediatica, di istruzione e sensibilizzazione indirizzate al pubblico in generale e a particolari gruppi;
- scambio di informazioni e condivisione di esperienze e buone prassi tra autorità dell’UE, nazionali, regionali e locali e altre organizzazioni pubbliche e della società civile;
- organizzazione di conferenze, audizioni, anche via Internet, nonchè di altre manifestazioni per promuovere il dibattito e rafforzare la consapevolezza dell’importanza e dei benefici del diritto di circolare e soggiornare liberamente e, più in generale, del concetto di cittadinanza dell’Unione e dei diritti a essa connessi;
- utilizzo degli strumenti di partecipazione multilingue esistenti al fine di incentivare la partecipazione attiva delle organizzazioni della società civile e dei cittadini all’“Anno europeo”, compresi gli strumenti di democrazia diretta come l’"Iniziativa dei cittadini" e le consultazioni pubbliche;
- rafforzamento del ruolo e della visibilità degli strumenti di informazione esistenti, quali i centri d’informazione "Europe Direct" e il portale multilingue "La tua Europa", come elementi chiave di un sistema di informazione a sportello unico sui diritti dei cittadini dell’Unione;
- rafforzamento del ruolo e della visibilità degli strumenti di risoluzione dei problemi, come "SOLVIT", al fine di consentire ai cittadini dell’UE di esercitare meglio e di far valere i propri diritti in virtù del diritto dell’UE;
- diffusione di informazioni ai cittadini dell’UE riguardo alla commissione per le petizioni del Parlamento europeo e al Mediatore europeo, per consentire loro di esercitare meglio e di far valere i propri diritti in virtù del diritto dell’UE;
- promozione della "Relazione sulla cittadinanza dell’Unione".

Le iniziative potranno essere attuate in forma di:

A. Azioni dirette dell’UE
Verranno generalmente realizzate a seguito di bando di gara d’appalto per l’acquisto di beni e servizi.
Rientrano in questo ambito le campagne di informazione e promozione a livello UE, comprendenti:
- produzione e la diffusione di materiale audiovisivo e stampato per la diffusione dei messaggi dell’”Anno europeo”,
- organizzazione di manifestazioni e forum di particolare risonanza finalizzati allo scambio di esperienze e di buone prassi,
- adozione di misure volte a rendere pubblici i risultati e a innalzare il profilo di programmi, progetti e iniziative dell’UE che contribuiscono agli obiettivi dell’“Anno europeo”,
- creazione di un apposito sito informativo sul portale "Europa" dedicato alle iniziative adottate nel contesto dell’”Anno europeo”,
- diffusione di informazioni sull’”Anno europeo” attraverso newsletter, opuscoli, materiale informativo e siti web di istituti d’istruzione e associazioni educative, ONG e sindacati.

B. Azioni dell’UE cofinanziate
Attività nel quadro dell’“Anno europeo” possono essere cofinanziate attraverso alcuni programmi di finanziamento dell’UE, in particolare il programma Europa per i cittadini e il programma specifico Diritti fondamentali e cittadinanza, che fornirà informazioni sui diritti dei cittadini dell’UE come criterio prioritario dei progetti.

C. Azioni che non beneficiano di finanziamento UE
Alcune iniziative promosse da organismi pubblici o privati, attuate nel corso del 2013 e che contribuiscono significativamente al conseguimento degli obiettivi dell’"Anno europeo", possono ottenere l’appoggio della Commissione, compresa l’autorizzazione all’uso del logo e di altri materiali connessi con l’"Anno", senza alcun sostegno finanziario da parte della stessa.

Scadenza

L’ “Anno europeo” coprirà il periodo 01/01/2013 – 31/12/2013.

Risorse finanziarie disponibili

Indicativamente € 1.000.000 (l’importo definitivo delle risorse espressamente stanziate per l’“Anno europeo” dipenderà dai negoziati in corso sul bilancio dell’UE per il 2013).

Aree Geografiche

UE 27 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Indirizzi Utili

Referente: Sito web dedicato all` Anno europeo
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 27/11/2012


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it