domenica 22.10.2017
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


EaSI - Occupazione e Innovazione sociale

Titolo

Regolamento (UE) n. 1296/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 dicembre 2013, relativo a un programma dell`Unione europea per l`occupazione e l`innovazione sociale ("EaSI") e recante modifica della decisione n. 283/2010/UE che istituisce uno strumento europeo Progress di microfinanza per l`occupazione e l`inclusione sociale

Oggetto

EaSI - Programma dell`UE per l’occupazione e l’innovazione sociale (2014-2020).

Il programma riunisce in un quadro unico di finanziamento e subentra a tre strumenti che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ossia il programma Progress, EURES e lo Strumento Progress di microfinanza. Diversamente dal precedente programma Progress l’Asse "Progress" di EaSI non copre, però, le componenti “Parità di genere” e “Diversità e lotta contro la discriminazione”, che confluiscono invece nel nuovo programma Diritti, uguaglianza e cittadinanza.

Fonte

GUCE/GUUE L 347/238 del 20/12/2013

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Il programma contribuisce all’attuazione della strategia Europa 2020 sostenendo finanziariamente la realizzazione degli obiettivi dell`UE inerenti la promozione di un elevato livello di occupazione di qualità e sostenibile, la garanzia di un`adeguata e dignitosa protezione sociale, la lotta contro l`esclusione sociale e la povertà e il miglioramento delle condizioni di lavoro. Più in particolare, il programma persegue i seguenti obiettivi generali:
- rafforzare l`adesione dei principali attori politici e realizzare azioni coordinate e innovative, sia a livello UE che nazionale, relativamente agli obiettivi dell`UE sopra indicati;
- sostenere lo sviluppo di sistemi di protezione sociale e mercati del lavoro adeguati, accessibili ed efficienti e facilitare le riforme;
- modernizzare la legislazione europea nei settori dell`occupazione e degli affari sociali e garantirne un’efficace applicazione;
- promuovere la mobilità geografica dei lavoratori e accrescere le opportunità di impiego, sviluppando mercati del lavoro di elevata qualità, aperti e accessibili a tutti;
- promuovere l`occupazione e l`inclusione sociale, migliorando l`accessibilità alla microfinanza per i gruppi vulnerabili e le microimprese e facilitando l`accesso ai finanziamenti per le imprese sociali.

Azioni

Il programma è articolato in tre assi distinti ma complementari:

1) ASSEPROGRESS
Sostiene lo sviluppo, l`attuazione, il monitoraggio e la valutazione della politica occupazionale e sociale dell’UE e della relativa legislazione, e promuove l’innovazione sociale. Interviene in tre ambiti tematici:
- Occupazione, in particolare lotta contro la disoccupazione giovanile;
- Protezione e inclusione sociale, compresa la riduzione e prevenzione della povertà;
- Condizioni di lavoro.

Obiettivi specifici:
- sviluppare e diffondere conoscenze analitiche comparative di elevata qualità sulla politica occupazionale e sociale dell’UE;
- agevolare uno scambio di informazioni efficace e inclusivo, l`apprendimento reciproco e il dialogo sulla politica occupazionale e sociale dell`UE, per assistere gli Stati membri e gli altri Paesi partecipanti al programma nell`elaborazione delle loro politiche e nell`applicazione della normativa dell’UE;
- sostenere finanziariamente la sperimentazione di innovazioni della politica sociale e del mercato del lavoro, nonché il rafforzamento della capacità degli attori chiave di progettare e attuare la sperimentazione sociale e l’accessibilità delle relative competenze e conoscenze;
- sostenere le organizzazioni dell`UE e nazionali al fine di rafforzare la loro capacità di sviluppare, promuovere e sostenere l`attuazione delle politiche e della legislazione dell`UE per l`occupazione e gli affari sociali.

Azioni finanziabili:
1. Attività analitiche:
- raccolta di dati e statistiche, sviluppo di metodologie comuni, classificazioni, microsimulazioni, indicatori;
- sondaggi, studi, analisi e relazioni, anche tramite il finanziamento di reti di esperti;
- valutazioni e analisi di impatto qualitative e quantitative;
- monitoraggio e valutazione del recepimento e dell`applicazione della legislazione dell’UE;
- preparazione e attuazione della sperimentazione sociale come metodo per testare e valutare soluzioni innovative in vista della loro applicazione su più ampia scala;
- diffusione dei risultati di queste attività analitiche.

2. Attività di apprendimento reciproco, sensibilizzazione e diffusione:
- scambio e diffusione di buone prassi, approcci ed esperienze innovativi, peer review, analisi comparativa e apprendimento reciproco a livello europeo;
- eventi/conferenze/seminari organizzate dalla presidenza del Consiglio dell`UE;
- formazione di operatori giuridici e politici;
- redazione e pubblicazione di guide, rapporti e materiale didattico, e misure inerenti l`informazione, la comunicazione e la copertura mediatica delle iniziative sostenute dal programma;
- attività di informazione e comunicazione;
- sviluppo e manutenzione di sistemi informativi per lo scambio e la diffusione di informazioni sulla politica e sulla legislazione dell`UE e sul mercato del lavoro.

3. Sostegno ai principali operatori:
- contributo alle spese di funzionamento delle principali reti dell`UE le cui attività sono connesse all`attuazione degli obiettivi dell’ Asse “Progress”;
- sviluppo delle capacità delle amministrazioni nazionali e dei servizi specializzati responsabili della promozione della mobilità geografica designati dagli Stati membri, nonché degli operatori del microcredito;
- organizzazione di gruppi di lavoro, composti da rappresentanti nazionali, per monitorare l`applicazione del diritto dell’UE;
- creazione di reti e cooperazione tra organismi specializzati, autorità nazionali, regionali e locali e servizi per l’impiego a livello europeo;
- finanziamento di osservatori a livello europeo;
- scambio di personale fra amministrazioni nazionali.


2) ASSEEURES
Sostiene le attività svolte da EURES, la rete di servizi specializzati per l’impiego e la promozione della mobilità geografica volontaria dei lavoratori, in tre ambiti tematici:
- trasparenza delle offerte e delle domande di lavoro e delle relative informazioni per chi cerca e offre lavoro;
- sviluppo di servizi di assunzione e collocamento dei lavoratori mediante l`intermediazione tra offerta e domanda di lavoro a livello di Unione, in particolare di programmi mirati di mobilità;
- partenariati transfrontalieri.

Obiettivi specifici:
- assicurare la trasparenza delle offerte e delle domande di lavoro, nonché delle informazioni e consulenze ad esse correlate, per chi cerca e offre lavoro;
- sostenere la prestazione di servizi EURES per l’assunzione e il collocamento dei lavoratori in posti di lavoro sostenibili e di qualità mediante l`intermediazione tra offerta e domanda di lavoro, coprendo le varie fasi del collocamento, dalla preparazione precedente l`assunzione all`assistenza successiva al collocamento; tali servizi possono comprendere anche programmi di mobilità mirati a coprire posti di lavoro vacanti in un determinato settore, ambito professionale, Paese o gruppo di Paesi o per specifiche categorie di lavoratori, come i giovani.

Azioni finanziabili:
Azioni mirate a promuovere la mobilità volontaria dei lavoratori nell`UE su base equa e ad eliminare gli ostacoli alla mobilità, in particolare:
- sviluppo di partenariati transfrontalieri EURES e delle relative attività, se richieste dai servizi territorialmente responsabili per le regioni frontaliere;
- fornitura di informazioni, consulenza e servizi di assunzione e collocamento per i lavoratori transfrontalieri;
- sviluppo di una piattaforma digitale multilingue per l`intermediazione tra l`offerta e la domanda di lavoro;
- sviluppo di programmi mirati di mobilità per far fronte a carenze del mercato del lavoro e/o per aiutare i lavoratori propensi alla mobilità e dove è stata individuata una chiara necessità economica;
- attività di apprendimento reciproco tra gli attori EURES e attività di formazione dei consulenti EURES, compresi i consulenti per i partenariati transfrontalieri;
- attività di informazione e comunicazione per sensibilizzare in merito ai vantaggi della mobilità geografica e lavorativa e sulle attività e i servizi forniti da EURES.


3) ASSEMICROFINANZA e IMPRENDITORIA SOCIALE
Favorisce l`accesso ai finanziamenti per gli imprenditori, in particolare quelli che hanno difficoltà ad accedere al mercato del credito tradizionale, e per le imprese sociali, intervenendo in due ambiti:
- microfinanziamenti per le categorie vulnerabili e le microimprese;
- imprenditoria sociale.

Obiettivi specifici:
- facilitare l’accesso alla microfinanza e accrescerne la disponibilità per:(a) disoccupati, persone a rischio di disoccupazione o che incontrano difficoltà a entrare o rientrare nel mercato del lavoro e persone a rischio di esclusione sociale, che non riescono ad accedere al mercato del credito tradizionale e desiderano avviare o sviluppare una micrompresa;(b) microimprese, sia in fase di avviamento che di sviluppo, in particolare quelle che occupano persone di cui alla lettera (a);
- sviluppare le capacità istituzionali dei fornitori di microcredito;
- sostenere lo sviluppo del mercato dell’investimento sociale e agevolare l’accesso al credito per le imprese sociali, mettendo a disposizione equity, quasi-equity, strumenti di prestito e sovvenzioni.

Azioni:
Sostegno alla microfinanza e alle imprese sociali attraverso specifici strumenti finanziari e sovvenzioni: la Commissione UE non finanzia direttamente imprenditori o imprese sociali ma facilita il loro accesso a finanziamenti erogati da intermediari finanziari selezionati e investitori in imprese sociali.
Il sostegno alle imprese sociali può arrivare ad un massimo di € 500.000 e sarà limitato a quelle imprese sociali che hanno un fatturato o un bilancio totale annuo non superiore a 30 milioni di euro e che non siano imprese di investimento collettivo.

Fino al 2016 lo Strumento Progress di microfinanza si affiancherà a questo nuovo Asse.

Beneficiari

- ASSEPROGRESS
Autorità nazionali, regionali e locali; servizi per l`impiego; organismi specializzati previsti dalla normativa UE; parti sociali; ONG; istituti di istruzione superiore e istituti di ricerca; esperti in valutazione e valutazione d`impatto; istituti nazionali di statistica; organi di informazione.
Questi soggetti devono essere stabiliti nei seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA/SEE, Paesi candidati e potenziali candidati.

- ASSEEURES
Organismi e istituzioni, designati da uno Stato membro o dalla Commissione UE, che soddisfano le condizioni per la partecipazione alla rete EURES definite nella Decisione 2012/733/UE, in particolare: autorità nazionali, regionali e locali; servizi per l’impiego; organizzazioni delle parti sociali e di altre parti interessate.
Questi soggetti devono essere stabiliti nei seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA.

- ASSEMICROFINANZA e IMPRENDITORIA SOCIALE
Intermediari finanziari: organismi pubblici e privati, a livello nazionale, regionale o locale, che forniscono: a) micro-finanziamenti a persone e a microimprese, b) finanziamenti per imprese sociali.
Questi soggetti devono essere stabiliti nei seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA/SEE, Paesi candidati e potenziali candidati.

Entità Contributo

- ASSEPROGRESS”: il contributo UE a progetti selezionati a seguito di un invito a presentare proposte potrà coprire fino all`80% dei costi totali ammissibili del progetto.

- ASSEEURES”: il contributo UE a progetti selezionati a seguito di un invito a presentare proposte potrà coprire fino al 95% dei costi totali ammissibili del progetto.

Modalità e procedura

Per l’attuazione del programma la Commissione UE adotta programmi di lavoro per i tre Assi (eventualmente anche triennali) che stabiliscono le azioni da finanziare, l’entità delle risorse disponibili, un calendario indicativo e le modalità per l’attuazione delle azioni. Sulla base dei programmi di lavoro vengono poi pubblicati, a seconda dell’azione, inviti a presentare proposte di progetto (call for proposals) e bandi di gara d’appalto (call for tenders).

Scadenza

Il programma è operativo per il periodo 1/1/2014 -31/12/2020.

Referente

Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali, Inclusione

Risorse finanziarie disponibili

€ 919.469.000, così ripartiti:
- il 61% all`Asse "Progress", di cui un 15-20% destinato alla promozione della sperimentazione sociale;
- il 18% all`Asse "EURES";
- il 21% all’Asse "Microfinanza e Imprenditoria sociale".

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi potenziali candidati (da giugno 2014) - Bosnia-Erzegovina, Kosovo (ai sensi della risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza dell`ONU)

Paesi candidati all`UE (aggiornato marzo 2015) - Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia e Albania

EFTA/SEE - Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

EFTA - Associazione europea per il libero scambio. Comprende la Svizzera, il Liechtenstein, l'Islanda e la Norvegia. Questi Paesi (esclusa la Svizzera) hanno firmato con l'UE l'accordo SEE.

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali, Inclusione
Indirizzo: Pagina web di riferimento per il programma
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 10/02/2014
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it