domenica 20.10.2019
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


HERCULE III - Tutela interessi finanziari UE

Titolo

Regolamento (Ue) n. 250/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio del 26 febbraio 2014 che istituisce un programma per la promozione di azioni nel settore della tutela degli interessi finanziari dell’Unione europea (programma Hercule III) e che abroga la decisione n. 804/2004/CE

Oggetto

HERCULE III - Programma dell’UE per la promozione di azioni nel settore della tutela degli interessi finanziari dell’Unione (2014-2020).

Il programma subentra al precedente programma HERCULE II che è stato operativo per il periodo 2007-2013.

Fonte

GUCE/GUUE L 84/6 del 20/3/2014

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Prevenire e combattere la frode, la corruzione e qualsiasi altra attività illecita  lesiva degli interessi finanziari dell’UE. In particolare il programma intende:
- portare la prevenzione delle attività illecite e le relative indagini a livelli superiori a quelli attuali, sviluppando la cooperazione transnazionale e multidisciplinare;
- potenziare la tutela contro la frode facilitando lo scambio di informazioni, esperienze e migliori prassi, compresi gli scambi di personale;
- rafforzare la lotta contro la frode e altre attività illecite fornendo sostegno tecnico e operativo alle indagini condotte a livello nazionale, in particolare alle autorità doganali e preposte all’applicazione della legge;
- ridurre l’esposizione degli interessi finanziari dell’UE alla frode, alla corruzione e ad altre attività illecite, al fine di limitare lo sviluppo di un’economia illegale negli ambiti maggiormente a rischio, come la frode organizzata, compresi il contrabbando e la contraffazione di sigarette;
- migliorare il grado di sviluppo della tutela giuridica e giudiziaria specifica degli interessi finanziari dell’Unione contro la frode.

Azioni

a) Assistenza tecnica specializzata alle autorità nazionali competenti:
- fornitura di conoscenze specifiche, materiale specialistico e tecnicamente avanzato e strumenti informatici efficaci che facilitino la cooperazione transnazionale e la cooperazione con OLAF;
- sostegno alle operazioni transnazionali e all’istituzione di gruppi d’indagine congiunti;
- scambi di personale nell’ambito di progetti specifici, soprattutto nel campo della lotta al contrabbando e alla contraffazione di sigarette;
- supporto tecnico e operativo alle autorità di contrasto nazionali nella lotta contro le attività transfrontaliere illegali e la frode, compreso il sostegno alle autorità doganali;
- sviluppo e messa a disposizione di banche dati e strumenti informatici specifici che agevolino l’accesso ai dati e la loro analisi;
- intensificazione dello scambio di dati, sviluppando e mettendo a disposizione strumenti informatici per le indagini e sorvegliando le attività di intelligence.

b) Formazione mirata, seminari e conferenze finalizzati a:
- promuovere una migliore comprensione dei meccanismi dell’Unione e nazionali;
- realizzare scambi di esperienze e best practices tra le autorità nazionali competenti, inclusi i servizi di contrasto specializzati, nonché fra i rappresentanti di organizzazioni internazionali;
- divulgare le conoscenze, in particolare sulle migliori modalità di individuazione del rischio a scopo investigativo;
- sviluppare attività di ricerca di alto profilo, compresi gli studi;
- migliorare la cooperazione tra gli esperti sul campo e i teorici;
- sensibilizzare i giudici, i magistrati e gli altri professionisti del settore legale alla tutela degli interessi finanziari dell’UE.

c) Altre azioni previste dai programmi di lavoro annuali necessarie al conseguimento degli obiettivi del programma.

Beneficiari

- Amministrazioni nazionali o regionali che promuovono il rafforzamento dell’azione dell’UE a tutela degli interessi finanziari dell’Unione.
- Istituti di ricerca e insegnamento e organismi senza scopo di lucro che promuovono il rafforzamento dell’azione dell’UE a tutela dei suoi interessi finanziari; questi soggetti devono essere stabiliti e operativi da almeno 1 anno.

Entità Contributo

Il contributo UE per il sostegno a progetti può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili. In casi eccezionali e debitamente giustificati, definiti nei programmi di lavoro annuali, come nei casi riguardanti Stati membri esposti a un rischio elevato in relazione agli interessi finanziari dell’UE, il cofinanziamento può arrivare al 90 % dei costi ammissibili.

Modalità e procedura

Per l’attuazione del programma la Commissione Ue adotta annualmente un programma di lavoro contenente le azioni da finanziare e le risorse disponibili. Sulla base del programma di lavoro vengono poi pubblicati, a seconda dell’azione, inviti a presentare proposte di progetto (call for proposals) e bandi di gara d’appalto (call for tender).

Oltre che a beneficiari provenienti dagli Stati UE e dai Paesi EFTA/SEE, HERCULE II è aperto alla partecipazione di beneficiari provenienti dai: Paesi in via di adesione, Paesi candidati e potenziali candidati, Paesi partner della PEV.

Scadenza

Il programma è operativo per il periodo 01/01/2014 - 31/12/2020

Referente

Commissione europea - Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF)

Risorse finanziarie disponibili

€ 104.918.000

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea – Ufficio europeo per la lotta contro la frode (OLAF)
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 27/08/2017
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it