domenica 21.10.2018
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


Corpo europeo di solidarietà 2018-2020

Titolo

Regolamento (UE) 2018/1475 del Parlamento europeo e del Consiglio del 2 ottobre 2018 che fissa il quadro giuridico del Corpo europeo di solidarietà e che modifica il regolamento (UE) n. 1288/2013, il regolamento (UE) n. 1293/2013 e la decisione n. 1313/2013/UE

Oggetto

Corpo europeo di solidarietà 2018-2020.

Fonte

GUCE/GUUE L 250/1 del 4/10/2018

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Promuovere la solidarietà come valore, soprattutto attraverso il volontariato, e incrementare la partecipazione dei giovani e delle organizzazioni in attività di solidarietà accessibili e di elevata qualità come mezzo per contribuire a rafforzare la coesione, la solidarietà, la democrazia e la cittadinanza in Europa, rispondendo allo stesso tempo alle sfide della società e rafforzando le comunità, adoperandosi in particolare per promuovere l'inclusione sociale.

Azioni

Il Corpo europeo di solidarietà sostiene le seguenti azioni:

Attività di solidarietà

a) Volontariato
Attività di volontariato, non retribuita, svolta da giovani nel proprio Paese di residenza (attività nazionale) o in un Paese diverso da quello di residenza (attività transfrontaliera). Il volontariato può essere individuale, per un periodo massimo di 12 mesi, oppure di gruppo con il coinvolgimento di giovani provenienti da Paesi diversi, per un periodo compreso tra 2 settimane e 2 mesi.

b) Tirocini e lavori
Il tirocinio consiste in un periodo di pratica lavorativa, da 2 a 6 mesi, offerta e retribuita dall’organizzazione che ospita il giovane partecipante al Corpo europeo della solidarietà. Il tirocinio è rinnovabile una volta sola per una durata complessiva di 12 mesi all'interno della stessa organizzazione e può svolgersi nel Paese di residenza del tirocinante (attività nazionale) o in un Paese diverso da quello di residenza (attività transfrontaliera). Deve includere una componente di apprendimento e formazione ed essere basato su un contratto scritto, siglato all'inizio del tirocinio in conformità con la normativa vigente nel Paese in cui il tirocinio si svolge. Il tirocinio non deve sostituire posti di lavoro.

Il lavoro consiste in attività di solidarietà, per un periodo da 3 a 12 mesi, retribuita dall'organizzazione che assume il giovane partecipante al Corpo europeo della solidarietà. Il lavoro può svolgersi nel Paese di residenza del giovane (attività nazionale) o in un Paese diverso da quello di residenza (attività transfrontaliera). Deve includere una componente di apprendimento e formazione ed essere basato su un contratto di lavoro scritto che rispetti i termini e le condizioni di lavoro definiti dalla normativa nazionale e dai contratti collettivi applicabili nel Paese in cui il lavoro viene svolto.

c) Progetti di solidarietà
Iniziative di solidarietà nazionale non retribuite, di durata da 2 a 12 mesi, promosse da gruppi di almeno 5 giovani partecipanti, al fine di affrontare le principali sfide della loro comunità locale, presentando al tempo stesso un chiaro valore aggiunto europeo.

d) Attività di rete
Attività nazionali o transfrontaliere volte a rafforzare la capacità delle organizzazioni partecipanti di offrire progetti di qualità, nonché finalizzate ad attirare nuove adesioni al Corpo europeo di solidarietà (sia di giovani che di organizzazioni), favorire lo scambio di buone pratiche, migliorare l’efficacia e l’impatto del Corpo europeo di solidarietà.
 

Misure di qualità e di sostegno
- misure volte a garantire la qualità e l'accessibilità del volontariato, dei tirocini, dei lavori o dei progetti di solidarietà, tra cui la formazione, il sostegno linguistico, il sostegno amministrativo per i giovani e le organizzazioni partecipanti, l'assicurazione complementare e il sostegno prima e, ove necessario, dopo l'attività di solidarietà, la certificazione delle conoscenze e abilità acquisite durante l’attività di solidarietà;
- sviluppo e gestione di "marchi di qualità" distinti per le organizzazioni che intendono offrire, rispettivamente, volontariato o tirocini e lavori, al fine di garantire il rispetto dei principi e obblighi del Corpo europeo di solidarietà;
- sostegno alle attività dei centri risorse del Corpo europeo di solidarietà, per sostenere e migliorare la qualità dell'attuazione delle azioni del Corpo europeo di solidarietà e la convalida dei risultati;
- creazione, manutenzione e aggiornamento del portale del Corpo europeo di solidarietà e di altri servizi online pertinenti.

Beneficiari

- Giovani di età compresa tra i 18-30 anni
- Organizzazioni pubbliche e private (ONG, organizzazioni della società civile, organizzazioni giovanili, autorità pubbliche, imprese sociali, servizi per l'impiego..)

 Paesi ammissibili:
- il volontariato, i tirocini, i lavori, i progetti di solidarietà e le attività di rete sono aperti alla partecipazione di giovani e organizzazioni degli Stati membri UE;
- il volontariato, i progetti di solidarietà e le attività di rete possono essere aperti anche alla partecipazione di giovani e organizzazioni dei seguenti Paesi: Paesi candidati e potenziali candidati, Paesi EFTA/SEE, Svizzera, Paesi della politica europea di vicinato.

Modalità e procedura

L’iniziativa viene gestita dalla Commissione Ue, coadiuvata dall'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA), e dalle Agenzie nazionali Erasmus+ già responsabili del settore “Gioventù” di Erasmus+.

I giovani che intendono partecipare al Corpo europeo di solidarietà devono registrarsi nel portale dell’iniziativa (https://europa.eu/youth/solidarity_it). Possono registrarsi i giovani tra i 17 e i 30 anni che siano cittadini o residenti di un Paese ammissibile. Tuttavia, per prendere parte a un progetto di volontariato, tirocinio, lavoro o a un progetto di solidarietà è necessario avere almeno 18 anni.

Le organizzazioni che intendono richiedere finanziamenti per progetti di volontariato, tirocini o lavori devono previamente ottenere il “Marchio di Qualità”. Il “Marchio” certifica che un'organizzazione che partecipa al Corpo europeo della solidarietà è in grado di garantire le condizioni necessarie affinché i giovani possano partecipare alle attività di solidarietà nel rispetto dei principi e degli obiettivi del Corpo europeo di solidarietà. Le candidature per ottenere il “Marchio” vanno presentate all’Agenzia Nazionale del Paese di provenienza dell’organizzazione (Agenzie nazionali Erasmus+ responsabili del settore “Gioventù”), oppure, a seconda del profilo dell'organizzazione, all’Agenzia esecutiva EACEA.

Scadenza

01/01/2018 - 31/12/2020

Risorse finanziarie disponibili

€ 375.600.000

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - (pagina dedicata al Corpo europeo di solidarietà)
Sito Web
Referente: Agenzia Nazionale Giovani
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 10/10/2018
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it