mercoledì 23.9.2020
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


ALA

Titolo

Regolamento (CEE) n. 443/92 del Consiglio, del 25 febbraio 1992, riguardante l`aiuto finanziario e tecnico per i paesi in via di sviluppo dell`America latina e dell`Asia nonché la cooperazione economica con tali paesi

Oggetto

Programma di riferimento per la cooperazione della Comunità europea con i Paesi in via di sviluppo dell’America latina a dell’Asia (Paesi PVS-ALA). Tale tipo di cooperazione comprende l’aiuto finanziario e tecnico allo sviluppo e la cooperazione economica.

ALA costituisce la base per tutte le linee di finanziamento e i programmi di cooperazione destinati ai paesi dell’area indicata.

Fonte

GUCE/GUUE L 52/1 del 27/2/1992

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Promuovere il rispetto e l’esercizio delle libertà e dei diritti fondamentali al fine di garantire uno sviluppo economico e sociale duraturo.

Azioni

1. Aiuto finanziario e tecnico allo sviluppo
Sostegno alla realizzazione di programmi e progetti in settori nei quali le risorse interne ai Paesi ALA sono mobilitate con maggiore difficoltà, ma che hanno un`importanza strategica per lo sviluppo degli stessi.

L’aiuto finanziario e tecnico è destinato alle regioni più povere e privilegia le seguenti attività:
- sviluppo del settore rurale (compreso l’aiuto alle piccole città che servono lo spazio rurale);
- sicurezza alimentare;
- miglioramento dell’ambiente economico, giuridico e sociale;
- tutela dell’ambiente e delle risorse naturali;
- promozione di uno sviluppo duraturo;
- azioni di lotta antidroga;
- dimensione umana dello sviluppo;
- dimensione culturale dello sviluppo (in particolare sostegno alla democratizzazione, promozione di una gestione pubblica corretta, efficiente ed equa, promozione dei diritti dell’uomo);
- promozione del ruolo della donna e della sua partecipazione attiva ai processi produttivi, alle attività sociali e ai processi decisionali;
- protezione dell’infanzia e delle minoranze etniche;
- problemi demografici.

Il sostegno ai progetti e ai programmi di sviluppo deve tenere conto dei problemi macroeconomici e settoriali e deve privilegiare le azioni con un impatto potenzialmente positivo sulla strutturazione dell’economia, sullo sviluppo delle politiche settoriali e sullo sviluppo delle istituzioni.

Nell’ambito dell’aiuto finanziario e tecnico sarà considerata prioritaria la cooperazione regionale, in particolare nei seguenti settori: ambiente, energia, sviluppo economico intraregionale, potenziamento delle istituzioni regionali, sostegno all’integrazione regionale e all’attuazione di politiche e attività comuni, comunicazioni regionali, ricerca, formazione, sviluppo del settore rurale e della sicurezza alimentare.

Nei paesi più progrediti fra gli ALA, l’aiuto finanziario e tecnico è destinato a progetti e programmi nei seguenti campi: democratizzazione e diritti dell’uomo, prevenzione delle calamità e ricostruzione a seguito delle stesse, lotta antidroga, ambiente e risorse naturali, potenziamento istituzionale (in particolare la Pubblica Amministrazione), progetti pilota a favore delle categorie più sfavorite della popolazione, cooperazione regionale e interregionale.

2. Cooperazione economica
Cooperazione di reciproco interesse per la Comunità e per i partner ALA, volta in particolare al potenziamento istituzionale dei Paesi ALA, al fine di rendere l’ambiente economico più favorevole agli investimenti e allo sviluppo.

E` articolata nelle seguenti misure:
- miglioramento del potenziale scientifico e tecnologico e del contesto economico, sociale e culturale, attraverso azioni di formazione e di trasferimento di know-how nei seguenti settori: energia, ecologia industriale e urbana, tecnologie dei servizi;
- miglioramento del sostegno istituzionale, accompagnato dall’intensificarsi del dialogo con i partner al fine di rendere il contesto legislativo, normativo e sociale più favorevole allo sviluppo;
- sostegno alle imprese, in particolare attraverso azioni di promozione commerciale, formazione e assistenza tecnica, contatti tra imprese e misure per la promozione della cooperazione.

Anche nell’ambito della cooperazione economica deve essere considerata prioritaria la Cooperazione Regionale, in particolare nei seguenti settori: ecologia industriale, energia, scambi intraregionali, istituzioni regionali di integrazione economica, politiche regionali di comunicazione (comprese le telecomunicazioni), ricerca e formazione, cooperazione industriale.

Beneficiari

Istituzioni governative e amministrazioni regionali degli Stati beneficiari, amministrazioni locali, organizzazioni regionali, organismi pubblici, comunità locali, soggetti privati, cooperative, ONG.

Tutte le persone fisiche e giuridiche degli Stati membri e di quelli beneficiari sono ammesse a partecipare in modo paritario alle gare, ai contratti, agli appalti.

Entità Contributo

Variabili a seconda delle attività e dei sub-progammi

Modalità e procedura

L’aiuto finanziario e tecnico e le spese per la cooperazione economica sono assegnate prevalentemente sotto forma di contributi a fondo perduto o attraverso il meccanismo delle gare d’appalto.

La gestione degli aiuti finanziari e tecnici e la cooperazione economica spettano alla Commissione europea, coadiuvata da un comitato composto dai rappresentanti degli Stati membri e dei beneficiari, presieduto da un rappresentante della Commissione. Quando è possibile, si prevede una programmazione indicativa, della durata di cinque anni, per ciascun Paese o per regioni.

Nell’ambito del programma sono previsti alcuni sotto-programmi su tematiche specifiche. Al momento sono attivi i seguenti:
- ALFA
- AL-INVEST III
- @LIS
- URB-AL II
- ASIA-INVEST II
- ASIA PRO ECO II
- AUNP
- ASIA-LINK
- EUROsociAL


Scadenza

Il programma è stato istituito nel 1992 e non ne è stato previsto un termine. Per la prima metà del 2002 è prevista la proposta di due nuovi programmi separati per le due aree (Asia e America latina) interessate.

Referente

Commissione europea - DG relazioni esterne

Aree Geografiche

UE 25 - Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

PVS-Asia - Afganistan, Bangladesh, Butan, Cambogia, Cina, Timor Est, India, Indonesia, Repubblica democratica popolare di Corea, Repubblica democratica popolare del Laos, Malaysia, Maldive, Mongolia, Nepal, Pakistan, Filippine, Sri Lanka, Thailandia, Vietnam.

PVS-AL - Argentina, Bolivia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Ecuador, El Salvador, Guatemala, Honduras, Messico, Nicaragua, Panama, Paraguay, Perù, Uruguay, Venezuela.

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - DG Relazioni esterne
Indirizzo: --
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Redazione Europafacile
Data Pubblicazione: 08/06/2001


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it