domenica 21.4.2019
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


Promozione imprese e imprenditorialità - MAP

Titolo

Decisione n. 1776/2005/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 28 settembre 2005 che modifica la decisione 2000/819/CE del Consiglio relativa ad un programma pluriennale a favore dell`impresa e dell`imprenditorialità, in particolare per le piccole e medie imprese (PMI) (2001-2005)

Oggetto

Programma pluriennale per una politica a favore dell’impresa e dell’imprenditorialità.

Nota: il programma, inizialmente stabilito fino al 2005, è stato prorogato fino al 2006: la presente scheda tiene conto di tale aggiornamento.

Fonte

GUCE/GUUE L 289/14 del 3/11/2005

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

- rafforzare la crescita e la competitività delle imprese nel quadro di un’economia internazionalizzata e fondata sulla conoscenza;
- promuovere lo spirito imprenditoriale;
- semplificare e migliorare il contesto amministrativo e normativo delle imprese per favorire la ricerca, l’innovazione e la creazione di nuove imprese;
- migliorare il contesto finanziario in cui operano le imprese e in particolare le PMI;
- agevolare l’accesso delle imprese ai servizi di supporto, ai programmi e alle reti comunitarie e migliorarne il coordinamento.
Il programma sarà usato anche per progredire nel perseguimento degli obiettivi fissati nella Carta europea per le piccole imprese

Azioni

Azioni e misure basate su individuazione e scambio delle migliori pratiche in conformità con la nuova procedura BEST nell’ambito delle seguenti aree:
1.Sostegno alla crescita e alla competitività delle imprese in un`economia internazionalizzata e fondata sulla conoscenza:
- promozione della competitività e dell`innovazione;
- libera circolazione delle merci e accesso al mercato;
- preparazione delle imprese per far fronte alla mondializzazione (in particolare: partecipazione delle PMI al processo di standardizzazione);
- fornitura di una gamma sufficiente di capacità adattate alle esigenze delle piccole imprese;
- utilizzo delle nuove tecnologie dell`informazione e della comunicazione;
- pratiche innovatrici;
- integrazione dello sviluppo sostenibile.

2.Promozione dell`imprenditorialità:
- creazione e trasmissione delle imprese;
- formazione all`imprenditorialità;
- promozione della cultura d`impresa in tutta la società;
- individuazione e promozione di politiche specifiche a favore delle PMI.

3.Semplificazione e miglioramento del contesto amministrativo e normativo delle imprese, in particolare per favorire la ricerca, l`innovazione e la creazione di nuove imprese:
- sviluppo dei un sistema di valutazione dell`impatto sulle imprese delle proposte di legislazione comunitaria;
- miglioramento della regolamentazione e snellimento del contesto amministrativo in generale.

4.Miglioramento del contesto finanziario delle imprese, in particolare delle PMI:
a) provvedimenti volti a migliorare il contesto finanziario delle imprese, fra i quali ad esempio:
- lo sportello del Meccanismo europeo per le tecnologie (MET) per l`avviamento (“ETF Start up”) gestito dal Fondo europeo per gli investimenti (FEI). L`”ETF start-up” consente il sostegno alla creazione e al finanziamento delle PMI nelle fasi iniziali assumendo partecipazioni in fondi di capitale di rischio specializzati o sostenendo la creazione e lo sviluppo di incubatori di imprese e dei relativi programmi di follow-up (“mentoring schemes”),
- il meccanismo di garanzia PMI, gestito dal FEI, che fornirà controgaranzie o garanzie congiunte ai sistemi di garanzia in vigore negli Stati membri, come pure garanzie dirette nel caso della BEI o di altri intermediari finanziari,
- l`azione «capitale d`avviamento »(gestita dal FEI), che mira a promuovere l`offerta di capitale per la creazione di nuove imprese innovative, con potenzialità di crescita e i creazione di posti di lavoro, anche nell`ambito dell`economia tradizionale, fornendo sostegno ai fondi di capitali d`avviamento, agli incubatori, e alle organizzazioni simili,
- impresa comune europea;
b) utilizzazione dell`euro da parte delle imprese;
c) misure per incoraggiare il finanziamento locale, in particolare lo sviluppo delle reti di investitori informali (“business angels”);
d) animazione di una rete comunitaria di fondi di capitale d`avviamento e dei loro gestori che favorisca la formazione e lo scambio delle migliori prassi;
e) organizzazione di incontri e dibattiti di banchieri e i PMI.

5. Sostegno all`accesso delle imprese ai servizi di supporto, ai programmi e alle reti comunitarie e migliorarne il coordinamento:
- accesso delle imprese ai programmi comunitari;
- sostegno al funzionamento, alla cooperazione e al coordinamento delle reti comunitarie, in particolare gli Euro Info Centres e gli Euro Info Centres de correspondance.
- organizzazione di manifestazioni di cooperazione tra le imprese Europartenariat,
- attuazione della relazione: “Osservatorio europeo per le PMI”.

Beneficiari

Imprese e loro organizzazioni rappresentative

Scadenza

Il programma, inizialmente operativo per il periodo 2001 - 2005, è stato prorogato fino alla fine del 2006.

Referente

Commissione europea - Direzione generale Imprese

Risorse finanziarie disponibili

Allo stanziamento originario di 450 milioni di euro, sono stati aggiunti € 88.500.000 per il 2006, per un totale di € 538.500.000.

Aree Geografiche

UE 25 - Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Turchia -

Romania -

EFTA/SEE - Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Bulgaria -

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - DG Imprese
Indirizzo: Unit A1 - Coordinamento Generale B-1049 Brussels Belgium Fax: +32 2 298 79 50
E-mail
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 23/11/2005


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it