giovedì 20.2.2020
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


Proposta di decisione relativa al 2008 - Anno europeo del dialogo interculturale

Titolo

Proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all`Anno europeo del dialogo interculturale (2008)

Oggetto

Designazione del 2008 quale "Anno europeo del dialogo interculturale".

L`iter legislativo per l`approvazione di questa iniziativa è attualmente in corso. Pertanto, il suo contenuto potrebbe essere modificato prima della sua adozione definitiva.

Fonte

COM (2005) 467 def. del 5/10/2005

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

- Promuovere il dialogo interculturale in quanto fattore in grado di aiutare i cittadini europei, e tutti coloro che vivono temporaneamente o permanentemente nell`UE, ad acquisire le conoscenze, le competenze e le attitudini che permetteranno loro di adattarsi ad una società sempre più aperta e complessa e di gestirne le difficoltà, per trarre vantaggio dalle occasioni da essa offerte sia in Europa che altrove;
- Sensibilizzare i cittadini europei e quanti vivono nell`UE, in particolare i giovani, sull`importanza di sviluppare una cittadinanza europea attiva e aperta sul mondo, rispettosa della diversità culturale e fondata sui valori comuni dell’Unione europea;
- Favorire una maggiore visibilità e coerenza dei programmi e delle azioni comunitarie che contribuiscono a promuovere il dialogo interculturale.

Azioni

A) Azioni su scala comunitaria
1. Campagne informative e promozionali comprendenti:
- la concezione di un logo e di uno slogan per l’"Anno" da utilizzare in tutte le attività collegate ad esso;
- la realizzazione di una campagna informativa a livello comunitario e la sua localizzazione a livello nazionale;
- la diffusione di informazioni sull’"Anno" in collaborazione con il settore privato, gli organismi di radiodiffusione e altri organi d’informazione;
- la realizzazione di strumenti e supporti di sensibilizzazione del pubblico, disponibili in tutta la Comunità;
- l`adozione di misure idonee a diffondere i risultati e rendere più visibili programmi, azioni ed iniziative comunitarie che contribuiscono agli obiettivi dell`"Anno";
- iniziative appropriate, ad opera di istituzioni educative e del grande pubblico, per la diffusione di informazioni sull`"Anno";
- la realizzazione di un sito Internet sul server Europa, comprendente un portale per i promotori di progetti relativi al dialogo interculturale, per guidarli attraverso i programmi e le azioni comunitarie pertinenti.

2. Altre azioni:
Indagini e studi a livello comunitario al fine di valutare la preparazione, l`efficacia, l`impatto e gli sviluppi a lungo termine dell`"Anno europeo".

B) Cofinanziamento di azioni su scala comunitaria
Sostegno ad un numero limitato di manifestazioni ed iniziative emblematiche di portata europea miranti alla sensibilizzazione, in particolare dei giovani, in merito agli obiettivi dell`"Anno". Queste azioni comprendono anche le manifestazioni di apertura e di chiusura dell`"Anno europeo" da realizzare in collaborazione con gli Stati membri che eserciteranno la presidenza dell’Unione nel 2008.

C) Cofinanziamento di azioni su scala nazionale
Sostegno a manifestazioni ed iniziative a livello nazionale con una forte dimensione europea dirette a promuovere gli obiettivi dell’"Anno europeo". Si prevede di finanziare un`iniziativa per Stato membro, di grande portata, capace di suscitare la mobilitazione della società civile.

D) Azioni che non beneficiano di contributo comunitario
Alcune iniziative intraprese da organismi pubblici o privati, che si svolgano nel 2008 e contribuiscano significativamente al conseguimento degli obiettivi dell’"Anno europeo", potranno ottenere l’appoggio morale della Commissione (compresa l’autorizzazione all’uso del logo e di altri materiali connessi con l’"Anno"), senza alcun sostegno finanziario da parte della stessa. Potranno beneficiare del sostegno non finanziario e utilizzare il logo e i materiali associati all`"Anno" anche le iniziative organizzate in Paesi terzi in associazione o in cooperazione con l`"Anno" e non finanziate nel quadro dell`"Anno europeo".

Beneficiari

Persone giuridiche pubbliche e private.

Entità Contributo

-Azioni di cui al punto A: il finanziamento di queste azioni assumerà di norma la forma di acquisto diretto di beni e di servizi a seguito di gara d`appalto.
-Azioni di cui al punto B: il contributo comunitario potrà coprire fino all`80% dei loro costi complessivi.
-Azioni di cui al punto C: il contributo comunitario potrà coprire fino al 50% dei loro costi complessivi.

Modalità e procedura

L`iniziativa è aperta agli Stati UE.
Le azioni su scala comunitaria sono gestite dalla Commissione UE: quelle di cui al punto A vengono realizzate attraverso bandi di gara d`appalto (o a seguito di sovvenzione diretta); quelle di cui al punto B vengono invece realizzate a seguito di inviti a presentare proposte di progetto.
Le azioni su scala nazionale di cui al punto C sono gestite dalla Commissione UE coadiuvata dagli Stati membri, i quali sono responsabili del coordinamento e dell’attuazione delle stesse: a tal fine ogni Stato membro designa un organismo nazionale di coordinamento incaricato di organizzare la propria partecipazione all`"Anno europeo"; le proposte di progetto relative a queste azioni vengono presentate alla Commissione tramite l`organismo nazionale di coordinamento.

Scadenza

L`iniziativa sarà operativa per il periodo 01/01/2007 – 31/12/2008

Referente

Commissione europea - Direzione Generale Istruzione e Cultura

Risorse finanziarie disponibili

€ 10.000.000

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 16/12/2005


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it