domenica 21.4.2019
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


APPRENDIMENTO PERMANENTE

Titolo

Decisione n. 1720/2006/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 novembre 2006, che istituisce un programma d`azione nel campo dell`apprendimento permanente

Oggetto

Programma comunitario nel campo dell`apprendimento permanente.

Il programma costituisce il nuovo strumento di finanziamento, per il periodo 2007-2013, destinato a subentrare ai diversi programmi comunitari che sono stati operativi per il periodo 2000-2006 nei settori dell’istruzione e della formazione, ossia:
- il programma Socrates;
- il programma Leonardo da Vinci;
- il programma eLearning;
- il programma per la promozione degli organismi attivi a livello europeo nei settori dell’istruzione e della formazione
.

Fonte

GUCE/GUUE L 327/45 del 24/11/2006

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Obiettivo generale del programma è contribuire, attraverso l`apprendimento permanente, alla creazione di una società avanzata basata sulla conoscenza in grado di favorire uno sviluppo economico sostenibile e una maggiore coesione sociale all’interno dell’UE. Nello specifico il programma intende:
- promuovere lo sviluppo di un apprendimento permanente di qualità, nonché l`innovazione e una dimensione europea nei sistemi e nelle pratiche del settore;
- contribuire a migliorare la qualità, l`attrattiva e l`accessibilità delle opportunità di apprendimento permanente negli Stati membri;
- valorizzare il contributo dell`apprendimento permanente alla realizzazione personale, alla coesione sociale, alla cittadinanza attiva e alle pari opportunità;
- favorire la competitività, l’occupabilità e lo sviluppo di uno spirito imprenditoriale;
- incentivare una maggiore partecipazione di persone di tutte le età all`apprendimento permanente, incluso quelle con esigenze particolari o appartenenti a categorie svantaggiate;
- promuovere l`apprendimento delle lingue e la diversità linguistica;
- promuovere lo sviluppo di contenuti, servizi, soluzioni pedagogiche e prassi a carattere innovativo basati sulle TIC;
- rafforzare il ruolo dell`apprendimento permanente nello sviluppo della cittadinanza europea e nella promozione della tolleranza e del rispetto degli altri popoli e delle altre culture;
- promuovere la cooperazione in materia di garanzia della qualità in tutti i settori dell`istruzione e della formazione in Europa;
- incoraggiare l’utilizzo ottimale di risultati, prodotti, processi innovativi e buone prassi scaturiti dal programma, al fine di migliorare la qualità dell`istruzione e della formazione.

Azioni

Il programma è costituito da sei sottoprogrammi: quattro settoriali, uno di misure trasversali e il sottoprogramma Jean Monnet.

• I sottoprogrammi settoriali sono:
- Comenius, dedicato all’istruzione scolastica in generale, dal livello prescolare fino alla scuola media superiore;
- Erasmus, dedicato all’istruzione universitaria e all`istruzione e formazione professionale di terzo livello;
- Leonardo da Vinci, dedicato all`istruzione e alla formazione professionale in generale, escluso quelle di terzo livello;
- Grundtvig, dedicato all`istruzione degli adulti in tutte le sue forme.

• Il sottoprogramma trasversale si concentra sulle questioni strategiche di interesse comunitario, sull`apprendimento delle lingue e l`impiego delle TIC nel caso in cui rispondano a esigenze di più sottoprogrammi settoriali e sulla diffusione dei risultati. E` articolato in quattro attività chiave:
1. La cooperazione politica e l`innovazione nel settore dell`apprendimento permanente;
2. La promozione dell`apprendimento delle lingue;
3. Lo sviluppo, nel campo dell`apprendimento permanente, di contenuti, servizi, soluzioni pedagogiche e pratiche innovativi basati sulle TIC;
4. La diffusione e l`utilizzo dei risultati delle azioni finanziate nell`ambito del programma e dei precedenti programmi pertinenti, nonché lo scambio di buone pratiche.

• Il sottoprogramma Jean Monnet è incentrato sul tema dell’integrazione europea e si sostanzia in tre attività chiave:
1. Azione Jean Monnet a sostegno di attività di insegnamento e ricerca sull’integrazione europea;
2. Sovvenzioni di funzionamento a sostegno di istituzioni specifiche che trattano temi connessi all`integrazione europea;
3. Sovvenzioni di funzionamento a sostegno di istituzioni e associazioni europee attive nel campo dell`istruzione e della formazione.

Il programma finanzia le seguenti tipologie di azioni, diversificate a seconda del sottoprogramma:
a) mobilità transnazionale delle persone coinvolte nell`apprendimento permanente;
b) partenariati bilaterali e multilaterali;
c) progetti multilaterali, in particolare per la promozione della qualità dei sistemi di istruzione e formazione attraverso il trasferimento transnazionale dell`innovazione;
d) progetti unilaterali e nazionali;
e) progetti e reti multilaterali;
f) osservazione e analisi delle politiche e dei sistemi concernenti l`apprendimento permanente, elaborazione di materiale di riferimento, trasparenza e riconoscimento delle qualifiche e delle competenze, cooperazione in materia di garanzia della qualità;
g) sovvenzioni di funzionamento destinate a sostenere talune spese di funzionamento e amministrative di organizzazioni operanti nel settore oggetto del programma;
h) misure di accompagnamento (altre iniziative che promuovono gli obiettivi del programma);
i) azioni preparatorie relative alle azioni sopra indicate.

Beneficiari

Studenti, persone in formazione e discenti adulti; insegnanti e formatori; persone attive sul mercato del lavoro; persone e organismi responsabili, a livello locale, regionale e nazionale, dei sistemi e delle politiche di apprendimento permanente; imprese, parti sociali e loro organizzazioni a tutti i livelli, incluso le organizzazioni professionali e le camere di commercio e industria; organismi fornitori di servizi di orientamento, consulenza e informazione su qualsiasi aspetto dell`apprendimento permanente; associazioni operanti nel settore dell`apprendimento permanente, incluso le associazioni di studenti, persone in formazione, allievi, insegnanti, genitori e discenti adulti; centri e istituti di ricerca che si occupano dell`apprendimento permanente; organizzazioni senza scopo di lucro, organismi di volontariato e ONG.

Il programma è aperto alla partecipazione di soggetti provenienti dai Paesi sottoindicati (voce "Aree geografiche coinvolte"). L`attività chiave 1 del sottoprogramma Jean Monnet è aperta anche alla partecipazione di istituti di istruzione superiore di qualsiasi Paese terzo.

Modalità e procedura

Il programma è attuato, a seconda della tipologia di azione, attraverso inviti a presentare proposte di progetto o bandi di gara d`appalto pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell`UE.

Per la presentazione e selezione delle proposte di progetto si prevede, in funzione dell`azione di interesse, una procedura decentrata ad opera delle Agenzie nazionali oppure centralizzata ad opera della Commissione UE (tramite l`Agenzia esecutiva EACEA).

Le proposte di progetto vanno presentate all’Agenzia nazionale e vengono da questa selezionate qualora riguardino:
- mobilità delle persone coinvolte nell’apprendimento permanente;
- partenariati bilaterali e multilaterali;
- progetti unilaterali e nazionali nell`ambito dell’attività chiave 4 del sottoprogramma trasversale.

Le proposte di progetto vanno, invece, presentate alla Commissione UE (Agenzia esecutiva EACEA) e vengono da questa selezionate qualora riguardino:
- progetti unilaterali e nazionali, esclusi quelli realizzati nell`ambito dell’attività chiave 4 del sottoprogramma trasversale;
- progetti e reti multilaterali;
- osservazione e analisi delle politiche e dei sistemi concernenti l`apprendimento permanente, elaborazione di materiale di riferimento, trasparenza e riconoscimento delle qualifiche e delle competenze;
- sovvenzioni di funzionamento;
- misure di accompagnamento.

Per l`azione di cui al punto c), le proposte vanno presentate all’Agenzia nazionale, ma la selezione dei progetti da finanziare viene effettuata dalla Commissione UE sulla base di una rosa ristretta di proposte presentata alla Commissione stessa dall’Agenzia nazionale.

Scadenza

Il programma è operativo per il periodo 2007-2013.

Referente

Commissione europea – Direzione Generale Istruzione e Cultura

Risorse finanziarie disponibili

€ 6.970.000.000

Aree Geografiche

UE 27 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Svizzera -

Paesi Candidati all`UE (aggiornato marzo 2012) - Islanda, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia e Serbia. Dal dicembre 2011 la Croazia ha lo status di Paese in via di adesione e non rientra più in questa categoria.

EFTA/SEE - Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Balcani Occidentali - Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia e Kosovo (ai sensi della risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza dell`ONU). [La Croazia dal luglio 2013 è Paese UE]

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - DG Istruzione e Cultura
Indirizzo: Pagina web di riferimento per il programma
Sito Web
Referente: ISFOL - Agenzia nazionale LLP Italia
Indirizzo: Sottoprogramma Leonardo da Vinci Via G. B. Morgagni, 30/e 00161 Roma Tel: 06 44 59 04 90 Fax: 06 44 59 04 75
E-mail
Sito Web
Referente: Agenzia nazionale LLP Italia - Agenzia scuola AS
Indirizzo: Sottoprogrammi Comenius, Erasmus, Grundtvig e Trasversale Via Magliabechi, 1 50122 Firenze
E-mail
Sito Web
Referente: Agenzia esecutiva per l istruzione, gli audiovisivi, la cultura (EACEA)
Indirizzo: Pagina web di riferimento per il programma
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 28/11/2006


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it