domenica 21.4.2019
Europa Facile  > Scheda Programma

Scheda Programma


Erasmus Mundus (2009-2013)

Titolo

Decisione n. 1298/2008/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2008, che istituisce il programma d`azione Erasmus Mundus 2009-2013 per il miglioramento della qualità nell’istruzione superiore e la promozione della comprensione interculturale mediante la cooperazione con i paesi terzi

Oggetto

Erasmus Mundus 2009-2013 - Programma comunitario per il miglioramento della qualità dell’istruzione superiore europea, la promozione della comprensione interculturale mediante la cooperazione con i Paesi terzi e lo sviluppo dei Paesi terzi nel settore dell’istruzione superiore.

Il programma subentra al precedente programma Erasmus Mundus 2004-2008 e allo strumento “Finestra di cooperazione esterna Erasmus Mundus”.

Fonte

GUCE/GUUE L 340/83 del 19/12/2008

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Promuovere l`istruzione superiore europea, contribuire ad ampliare e migliorare le prospettive di carriera degli studenti e favorire la comprensione interculturale tramite la cooperazione con i Paesi terzi. In particolare, il programma intende:
- favorire una cooperazione strutturata tra gli istituti di istruzione superiore e l’emergere di un`offerta di elevata qualità in materia d`istruzione superiore che abbia un evidente valore aggiunto europeo e risulti attraente sia all’interno che all’esterno dell’UE, con l`obiettivo di creare centri di eccellenza;
- promuovere la mobilità dei migliori studenti e accademici di Paesi terzi verso l’UE e viceversa, al fine di acquisire competenze ed esperienze internazionali e contribuire all’arricchimento reciproco delle società;
- contribuire allo sviluppo delle risorse umane e della capacità di cooperazione internazionale degli istituti di istruzione superiore nei Paesi terzi tramite flussi di mobilità rafforzati tra l`Unione i Paesi terzi;
- migliorare l`accessibilità e rafforzare il profilo e la visibilità dell`istruzione superiore europea nel mondo, nonché la sua attrattiva per i cittadini di Paesi terzi e per i cittadini europei.

Azioni

1. Programmi comuni Erasmus Mundus
a) Programmi di master Erasmus Mundus
Programmi di master di elevata qualità accademica selezionati per un periodo di 5 anni. Devono essere realizzati da un consorzio di almeno 3 università di 3 diversi Paesi europei, che può associare anche università o centri di ricerca di Paesi terzi. Devono prevedere fra l’altro: un programma di studi che contempli lo svolgimento di un periodo di studio in almeno due dei tre istituti europei coinvolti, la partecipazione di studenti laureati e accademici europei e di Paesi terzi (con un minimo di posti riservato agli studenti che ottengono una borsa di studio nel quadro del programma) e il rilascio di titoli di studio comuni e/o doppi o multipli riconosciuti o accreditati dai Paesi europei.

b) Programmi di dottorato Erasmus Mundus
Programmi di dottorato di elevata qualità accademica selezionati per un periodo di 5 anni. Devono essere realizzati da un consorzio di almeno 3 università di 3 diversi Paesi europei e, se opportuno, da altri organismi adeguati a garantire l`innovazione e la capacità di inserimento professionale. Tali programmi possono associare anche università o centri di ricerca di Paesi terzi. Devono prevedere fra l’altro: un programma di dottorato che contempli lo svolgimento di un periodo di studio e ricerca in almeno due dei tre istituti europei coinvolti, la partecipazione di dottorandi europei e di Paesi terzi (con un minimo di posti riservato ai dottorandi che ottengono una borsa di studio nel quadro del programma) e il rilascio di titoli di studio comuni e/o doppi o multipli riconosciuti o accreditati dai Paesi europei.

c) Borse di studio
- Borse di studio a tempo pieno destinate ai laureati e ai dottorandi sia europei che di Paesi terzi che sono stati selezionati per partecipare a programmi di master o di dottorato EM. Il sostegno finanziario derivante dalle borse sarà più elevato per gli studenti di master e per i dottorandi di Paesi terzi (borse di studio di categoria A) rispetto agli studenti di master e ai dottorandi europei (borse di studio di categoria B).
- Borse di studio di breve durata destinate agli accademici europei e di Paesi terzi che, nel quadro dei programmi di master EM, svolgono incarichi di insegnamento e di ricerca presso gli istituti europei partecipanti a tali programmi.


2. Partenariati Erasmus Mundus
Partenariati di elevata qualità accademica tra università europee e di Paesi terzi selezionati per un periodo di 3 anni. Devono coinvolgere almeno 5 università di almeno 3 diversi Paesi europei e università di alcuni Paesi terzi che vengono definiti negli inviti annuali a presentare proposte. I partenariati costituiscono la base per una cooperazione strutturata, il trasferimento di know-how e per la mobilità di studenti a tutti i livelli dell’istruzione superiore (dal primo ciclo al post-dottorato), nonché di accademici e di membri dell`istruzione superiore, compreso un regime di borse di studio. Questa azione ingloba il precedente strumento “Finestra di cooperazione esterna Erasmus Mundus”.


3. Promozione dell’istruzione superiore europea
Sostegno ad attività volte ad accrescere l’attrattiva dell’Europa quale destinazione dove studiare, a dare maggiore visibilità all’istruzione superiore europea e a migliorarne l`accessibilità. Le attività riguardano tutti gli aspetti connessi all’internazionalizzazione dell’istruzione superiore, quali promozione, accessibilità, garanzia della qualità, riconoscimento dei crediti, riconoscimento delle qualifiche europee all`estero e reciproco riconoscimento delle qualifiche con i Paesi terzi, sviluppo di corsi di studi, mobilità, qualità dei servizi, ecc.
Tali attività sono realizzate da organismi pubblici o privati operanti nel settore dell`istruzione superiore di almeno 3 diversi Paesi europei e possono coinvolgere anche loro omologhi di Paesi terzi. Le attività possono consistere in conferenze, seminari, workshop, studi, analisi, progetti pilota, premi, reti internazionali, produzione di materiale destinato alla pubblicazione, sviluppo di strumenti TIC, e svolgersi nei Paesi europei o in Paesi terzi.

Il programma sostiene anche misure di assistenza tecnica, ovvero studi, riunioni di esperti, attività d`informazione, pubblicazioni, attività di monitoraggio, di controllo e di audit, attività di valutazione, ecc direttamente mirate al raggiungimento degli obiettivi del programma.

Beneficiari

Università; studenti di tutti i livelli del ciclo di istruzione superiore, compresi i dottorandi; ricercatori post-dottorali; accademici; personale dell`istruzione superiore; imprese; centri di ricerca; altri organismi pubblici o privati operanti nel settore dell`istruzione superiore.

Il programma è aperto alla partecipazione di soggetti provenienti dai seguenti Paesi: Stati UE, Paesi EFTA/SEE, Paesi candidati all`adesione, Paesi dei Balcani occidentali, Svizzera, Paesi terzi.

Modalità e procedura

Il programma è attuato attraverso inviti a presentare proposte di progetto e bandi di gara d’appalto pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale UE.

Scadenza

Il programma è attivo per il periodo 2009-2013.

Referente

- Commissione europea - Direzione Generale Istruzione e Cultura
- Commissione europea - Ufficio di cooperazione EuropeAid

Risorse finanziarie disponibili

Per l’attuazione delle Azioni 1 e 3 vengono messi a disposizione € 493.690.000.
Per l`attuazione dell’Azione 2 vengono messi a disposizione stanziamenti derivanti dagli strumenti di cooperazione esterna IPA, ENPI, ICI, DCI e dall’accordo di partenariato ACP-CE.

Aree Geografiche

UE 27 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Svizzera -

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda

Paesi Candidati all`UE (aggiornato marzo 2012) - Islanda, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia e Serbia. Dal dicembre 2011 la Croazia ha lo status di Paese in via di adesione e non rientra più in questa categoria.

EFTA/SEE - Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Balcani Occidentali - Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia e Kosovo (ai sensi della risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza dell`ONU). [La Croazia dal luglio 2013 è Paese UE]

Indirizzi Utili

Referente: Erasmus Mundus - Punto di contatto nazionale
Indirizzo: Viale Ventuno aprile, 36 00162 Roma Tel: 06 86321282 Fax: 06 86322845
E-mail
Sito Web
Referente: Commissione europea - DG Istruzione e Cultura
Indirizzo: Pagina web di riferimento per il programma
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 15/01/2009


Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it