martedì 18.1.2022
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Bando REC-RRAC-ONLINE-AG-2017: progetti che contribuiscono a monitorare, prevenire e combattere l’incitamento all’odio online

Titolo

REC-RRAC-ONLINE-AG-2017 - Monitor, prevent and counter hate speech online

Oggetto

Bando nell’ambito del programma “Diritti, uguaglianza e cittadinanza”: sostegno a progetti che contribuiscono a migliorare il monitoraggio, la prevenzione e la lotta all’incitamento all’odio online.

Fonte

Commissione europea - Portale dei partecipanti del 30/3/2017

Ente Erogatore

Commissione europea

Azioni

Priorità:
- Progetti finalizzati a migliorare la comprensione del fenomeno e a combattere l’incitamento all’odio sulle piattaforme dei social media: studi sul modo in cui l’incitamento all’odio si diffonde sulle piattaforme dei social media, strumenti di monitoraggio, registrazione dei dati, analisi delle tendenze e miglioramento della trasparenza (come follow-up del Codice di condotta per combattere l’illecito incitamento all’odio online).
- Progetti finalizzati allo sviluppo della capacità della società civile di segnalare alle società informatiche i contenuti online che incitano all’odio, compresi il contributo all’attuazione del Codice di condotta per combattere l’illecito incitamento all’odio online e la formazione sul quadro normativo di riferimento.
- Progetti sullo sviluppo di narrazioni equilibrate online e per la promozione del pensiero critico da parte degli utenti di Internet (come follow-up del Convegno Annuale del 2016 sui diritti fondamentali).
- Progetti finalizzati a combattere l’incitamento all’odio online verso i giornalisti, a raccogliere dati sugli abusi online contro gli operatori dei media e ad analizzare i loro effetti sul dibattito democratico (come follow-up del Convegno Annuale del 2016 sui diritti fondamentali).

Sono di particolare interesse i progetti che contribuiscono all'attuazione del Codice di condotta citato, comprese le attività volte a ridurre la presenza sulle piattaforme dei social media dei discorsi che incitano all’odio online sanciti come illegali dalla normativa comunitaria e nazionale (Decisione quadro 2008/913/GAI sulla lotta contro talune forme e espressioni di razzismo e xenofobia mediante il diritto penale).

Attività finanziabili:
- studi analitici sulla diffusione dei discorsi online di stampo razzista o xenofobo;
- sviluppo di strumenti web che contrastino l’incitamento all’odio online e facilitino la raccolta di dati;
- attività di diffusione e sensibilizzazione, in particolare sviluppo di narrazioni equilibrate, attività di alfabetizzazione mediatica volte a migliorare il pensiero critico e la consapevolezza circa l'accuratezza dell’informazione;
- apprendimento reciproco, scambio di buone pratiche compresa l’individuazione di best practices potenzialmente trasferibili ad altri Paesi o organizzazioni; particolare attenzione sarà data a quei progetti che prevedono attività mirate a favorire sinergie o la creazione di reti tra organizzazioni attive nella lotta all’incitamento all’odio online;
- capacity building e attività di formazione

Potranno essere finanziati sia progetti nazionali che transnazionali; tuttavia i progetti transnazionali sono ritenuti di particolare interesse.

Beneficiari

Enti pubblici e organizzazioni private stabiliti in uno dei seguenti Paesi: Stati UE, Islanda, Liechtenstein. Il bando è aperto anche a organizzazioni internazionali

Entità Contributo

Il contributo UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto. La sovvenzione richiesta per il progetto non può essere inferiore a 75.000 euro.

Modalità e procedura

I progetti devono essere realizzati da una partnership costituita da almeno 2 organismi (l’applicant + 1 co-applicant). Se il progetto è transnazionale applicant e co-applicant devono provenire da 2 diversi Paesi ammissibili.

Le organizzazioni a scopo di lucro possono presentare progetti unicamente in partnership con enti pubblici o organizzazioni private senza scopo di lucro.

Le candidature devono essere presentate per via telematica, utilizzando l’apposito sistema - Electronic Submission System - accessibile dal Portale dei partecipanti (è necessaria la registrazione al Portale e l'acquisizione del PIC per tutti i soggetti coinvolti nel progetto).

Tutte le informazioni e la documentazione relative al bando sono reperibili sul Portale dei partecipanti.

Scadenza

29/06/2017, ore 17 (ora di Bruxelles)

Risorse finanziarie disponibili

€ 1.500.000

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cechia, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 24/04/2017
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it