martedì 29.11.2022
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Programma per il mercato unico – COSME: Bando Buy social: B2B market

Titolo

Boosting awareness raising for mainstream enterprises to work with social enterprises ( towards a ‘buy social’ business to business market)

Fonte

Commissione europea - Funding & Tender Portal SMP-COSME-2022-BUYSOCIALB2BMARKET del 29/9/2022

Note

EISMEA, l’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo dell’innovazione e delle PMI nel quadro del Programma per il mercato unico – COSME, ha pubblicato il bando “Buy social: B2B market” per sensibilizzare le imprese tradizionali a collaborare con le imprese sociali.

Obiettivo del bando è quello di mettere in grado le imprese sociali di diventare fornitori delle imprese tradizionali sui mercati di livello locale, regionale o nazionale nel contesto dell'ecosistema della prossimità e dell’economia sociale (SE) costruendo partenariati (locali, regionali o nazionali) e facilitando le relazioni commerciali tra entità SE e imprese tradizionali (B2B).

In particolare i partenariati aiuteranno le imprese tradizionali a impegnarsi con una serie di fornitori di SE e a incorporare la sostenibilità e la diversità nelle loro operazioni principali, nelle politiche di acquisto e nelle catene del valore. Ciò aiuterà le imprese sociali anche a incrementare le loro entrate, a scalare il loro potenziale e, di conseguenza, ad aumentare il loro impatto attingendo al potere d'acquisto delle imprese.

I fondi del bando sosterranno azioni che migliorano il flusso di informazioni, la comprensione reciproca e le prospettive di apprendimento tra le imprese "tradizionali" e quelle dell'ES e promuovono partenariati locali, regionali o nazionali che coinvolgono rappresentanti dell'ES e rappresentanti delle imprese tradizionali (come federazioni, federazioni di settore o simili organizzazioni di supporto) e le autorità pubbliche per favorire la creazione di mercati B2B “buy social” a livello locale, regionale, nazionale o transfrontaliero. Le partnership potranno sostenere anche il miglioramento della "prontezza commerciale", ovvero potranno mettere in campo misure per consentire alle entità SE di migliorare/adattare le proprie capacità (ad es. competenze, comunicazione, certificazione, processo, prodotti) e migliorare la loro attrattiva per le attività commerciali tradizionali.

Attività ammissibili (elenco non esaustivo):
- Fornire il branding di SE agli acquirenti aziendali in contesti locali specifici. Il branding dovrebbe concentrarsi sull'innalzamento del profilo della SE concreta che opera nell'ecosistema dell'economia sociale e di prossimità, nell’ottica di mostrare e comunicare il valore aggiunto del coinvolgimento degli attori SE.
- Creazione di una piattaforma centralizzata "buy social" (online) che permetta di far conoscere l'offerta delle imprese sociali.
- Fornire servizi di matchmaking e facilitazione tra SE e imprese tradizionali a livello locale o regionale.
- Dialoghi tra le imprese tradizionali locali e le entità SE per promuovere la cooperazione B2B.
- Sensibilizzazione delle imprese tradizionali sul valore aggiunto della SE (ad esempio attraverso, eventi, illustrazione di casi, networking, comunicazione, supporto alle pubbliche relazioni).
- Organizzare eventi specifici per settore o attività per proporre l'offerta di SE e scambiare esigenze aziendali (ad es. vendita al dettaglio, imballaggi agroalimentari, ristorazione, farmaceutica, edilizia, pulizia, paesaggistica, manutenzione, produzione).
- Supporto nell'ottenimento di vari tipi di certificazioni e standard necessari per impegnarsi come fornitore, nonché di varie forme di servizi di verifica (ad esempio, affidabilità, governance, requisiti dei prodotti).
- Capacity building e consulenza (es. il miglioramento dei processi, l'offerta di prodotti e servizi, la consulenza finanziaria e legale, la comunicazione e il branding, l'informatica e la digitalizzazione).
- Servizi di coaching e mentoring per l'assunzione, l'aggiornamento e la riqualificazione dei dipendenti.
- Collaborazione e condivisione di esperienze tra membri più avanzati e meno avanzati di un consorzio (ad es. trasferimento di conoscenze da comunità locali, regioni o paesi più esperti a comunità locali, regioni o paesi meno esperti).

Le proposte progettuali devono essere presentate da un consorzio composto da almeno 5 (e massimo 10) partecipanti stabiliti in almeno 3 diversi paesi ammissibili al programma; nel partenariato deve essere presente almeno 1 organizzazione dell'economia sociale per paese ammissibile e almeno 1 rete dell'economia sociale, associazione, federazione di settore o organizzazione di supporto operante a livello dell'UE.

Il budget a disposizione del bando ammonta a 1.300.000 euro. Il contributo massimo per progetto sarà di 325.000 euro (si prevede il finanziamento di 4 progetti). Il contributo del progetto può coprire in generale fino al 90% dei costi ammissibili di progetto).

Scadenza: 7 dicembre 2022

Per informazioni e approfondimenti si rimanda al testo del bando e alla documentazione disponibile sulla pagina web di riferimento

Per illustrare i contenuti del bando e i requisiti dei progetti EISMEA organizza una sessione informativa il 20 ottobre, dalle 14 alle 17. Informazioni qui




Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 11/10/2022
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio

Via Gobetti, 101 - 40129 - Bologna Tel. +39 051 6398099 E-mail: europa@art-er.it