RER
EUROLETTERA
Eurolettera n. 2/2020 - aprile
COVID-19 – La Regione Emilia-Romagna ha attivato una pagina web con informazioni in lingua per i cittadini stranieri

Nell’ambito del progetto “Piano Regionale Multi-Azione CASPER II PROG 2350”, finanziato nel quadro della programmazione nazionale del FAMI 2014/2020, il Servizio Politiche per integrazione sociale, contrasto alla povertà e Terzo Settore della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con ART-ER, ha realizzato sul proprio portale una pagina web dedicata alle informazioni in lingua relative all’emergenza sanitaria, sociale ed economica da Nuovo Coronavirus. Una vera e propria sitografia che rimanda a brochure, file audio e video clip ideati e tradotti in oltre 30 lingue da Enti locali, Aziende sanitarie, Associazioni del Terzo Settore, Ordini professionali e Organizzazioni nazionali e sovranazionali. Materiale a cui la Regione Emilia-Romagna ha voluto dare visibilità, attraverso il suo portale, per raggiungere e tutelare il maggior numero possibile di cittadini stranieri nella consapevolezza che una pandemia possa essere controllata solo con un approccio inclusivo, capace di proteggere il diritto alla vita e alla salute di ogni individuo.

Rifugiati e migranti - e in particolare coloro che sono privi di documenti e di uno status regolare - sono tra i soggetti più vulnerabili rispetto al rischio di esclusione, stigma e discriminazione. Il Covid-19, così come ogni altra patologia di vasta diffusione, rappresenta un fattore di criticità per la loro salute, accentuato dalle barriere nell’accesso ai servizi sanitari. L’affollamento in spazi ristretti e l’impossibilità a mantenere un distanziamento sociale o, ancora, le carenze igieniche e una limitata disponibilità d’acqua pulita rappresentano condizioni particolarmente rischiose a cui vanno ad aggiungersi la mancata disponibilità di strumenti tecnologici e servizi informatici (pc, accesso a una rete internet, ecc.) oppure la poca conoscenza della lingua del Paese ospitante e, dunque, l’impossibilità di ottenere informazioni utili alla prevenzione del contagio.

In piena sintonia con le indicazioni dell’OMS, che il 25 marzo 2020 ha pubblicato il documento “Interim guidance for refugee and migrant health in relation to COVID-19 in the WHO European Region”, linee guida che invitano i Paesi europei a integrare i rifugiati e i migranti nella risposta del sistema sanitario alla pandemia di Covid-19, la Regione Emilia-Romagna ha dunque reso disponibile sul proprio sito una ricca raccolta collettanea di indirizzi web attraverso i quali è possibile reperire, nelle più svariate lingue, tutte le azioni urgenti adottate sul territorio per la gestione dell’emergenza epidemiologica, dalle misure di prevenzione e contenimento a quelle igieniche. Alcuni video, girati grazie ai mediatori linguistici e culturali, spiegano quali sono le regole da seguire secondo l’Istituto Superiore di Sanità, il Ministero della Salute, le Regioni, gli Ordini professionali e le società scientifiche.

Sulla pagina sono altresì disponibili informazioni relative alle misure adottate in ambito scolastico, quelle che riguardano le attività sportive, sanitarie, sociali e quelle commerciali e lavorative: indicazioni tradotte in bengali, ad esempio, o in madinka, tigrino e pashtu. E poi ancora, Focus sulle precauzioni da adottare in specifiche condizioni di fragilità (gravidanza, presenza di patologie croniche preesistenti, persone immunodepresse e loro familiari e/o caregiver) o se si è in quarantena dopo essere stati a contatto con pazienti già affetti da COVID-19.

La pagina così realizzata – che ha avuto una vastissima eco ed è stata rilanciata da molte altre istituzioni, quali l’Istituto Superiore di Sanità, la Commissione europea (e relativa sezione EWSI sull’Integrazione) e il Comitato europeo delle Regioni – rimanda anche ad una sintesi, tradotta in 7 lingue, del decreto "Cura Italia" in cui sono riportate le principali misure previste dal Governo per far fronte alla crisi socio-economica generata dall'emergenza sanitaria. Brevi video animati spiegano inoltre come ottenere tagliandi spesa, pacchi alimentari o come fare richiesta per il bonus di 600 euro. In ultimo, quiz online per districarsi tra notizie vere e fake news, un decalogo per genitori stilato dai medici pediatri e un vademecum contro lo stress realizzato dall’Ordine degli psicologi.


Per maggiori informazioni sulle progettualità FAMI: Andrea.Facchini@regione.emilia-romagna.it


Link utili:
- Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione: scheda informativasito UE
L’integrazione dei migranti sul sito della Regione Emilia-Romagna
Portale governativo Integrazione Migranti




Autore: Mariaelena Finessi - ART-ER
Data Pubblicazione: 28/04/2020