mercoledì 19.9.2018
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


EaSI - Asse Progress: bando VP/2018/005 – Strategie innovative di conciliazione vita-lavoro per facilitare la riconciliazione delle responsabilità professionali e di cura

Titolo

Call for proposals on social innovation and national reforms - Innovative Work-Life balance Strategies to facilitate reconciliation of professional and caring responsibilities – EaSI Progress Axis Call for proposals VP/2018/005

Oggetto

Programma EaSI - Asse Progress: bando sull'innovazione sociale e le riforme nazionali - Strategie innovative di conciliazione vita-lavoro per facilitare la riconciliazione delle responsabilità professionali e di cura

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa del 19/1/2018

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Aiutare gli attori governativi e non governativi e le parti sociali ad attuare i diritti e i principi stabiliti dal Pilastro europeo dei diritti sociali attraverso l'innovazione sociale e le riforme delle politiche nazionali relative alla conciliazione tra lavoro e vita privata.

Azioni

Progetti volti a sviluppare, testare e attuare strategie innovative di conciliazione lavoro-vita privata sul posto di lavoro.

Obiettivi specifici:
- sviluppare, testare e/o attuare strategie innovative che favoriscano una maggiore partecipazione delle donne al mercato del lavoro e una migliore condivisione delle responsabilità di cura tra donne e uomini;
- sviluppare modelli sostenibili di partnership multilivello che facilitino l'attuazione di strategie innovative di conciliazione vita-lavoro sul posto di lavoro;
- promuovere la conoscenza e la condivisione di esperienze tra diversi Stati membri e/o imprese che già attuano strategie efficaci di conciliazione vita-lavoro, con una forte enfasi sulle sfide affrontate dalle donne nel mercato del lavoro e la necessità di coinvolgere più uomini nei doveri di cura;
- facilitare l'accesso a informazioni personalizzate sui diritti e i sussidi di protezione sociale;
- facilitare la mobilità professionale e geografica della popolazione economicamente attiva;
- sostenere la modernizzazione dei sistemi di protezione sociale per rispondere a sfide quali la digitalizzazione, l’evoluzione del mondo del lavoro, l'invecchiamento della popolazione.

Le strategie da sviluppare comprenderanno in particolare la flessibilità dell'organizzazione del lavoro, l'adeguamento dell'orario di lavoro alle necessità dei lavoratori, politiche sulle risorse umane orientate alla famiglia, l'assistenza all'infanzia interna all’azienda.

Queste strategie devono:
- dimostrare una visione a lungo termine;
- combattere gli stereotipi di genere sulla divisione delle responsabilità di cura tra uomini e donne e assicurare che gli uomini facciano un uso maggiore degli accordi di conciliazione vita-lavoro;
- essere sostenibili al di là del periodo di finanziamento del progetto;
- essere supportate da un metodo di valutazione solido e documentato e da meccanismi di convalida;
- includere meccanismi di trasferimento/replicazione.

La Commissione Ue intende finanziare 5-7 progetti.

Beneficiari

Proponenti di progetto (lead applicant) devono essere enti pubblici quali autorità nazionali, regionali, locali e servizi pubblici per l’impiego.

Co-applicant di progetto possono essere enti pubblici e enti privati profit o no-profit

Lead e co-applicant devono essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili a EaSI indicati a fondo scheda.

Nota: In considerazione della Brexit, la Commissione Ue precisa che se il Regno Unito esce dall’UE durante il periodo di concessione della sovvenzione senza concludere un accordo che garantisca che i candidati britannici continuano ad essere ammissibili, eventuali proponenti/partner del Regno Unito potranno non ricevere più i finanziamenti UE oppure essere invitati a lasciare il progetto.

Entità Contributo

ll cofinanziamento UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto.

Modalità e procedura

I progetti devono essere realizzati da un consorzio costituito da almeno 3 partner - il lead applicant + 2 co-applicant - stabiliti in diversi Paesi ammissibili. Inoltre, almeno 1 co-applicant deve essere un’organizzazione delle parti sociali a livello europeo, nazionale o locale e almeno 1 co-applicant deve essere stabilito in un Paese ammissibile non Ue.  

I progetti devono avere una durata compresa tra 24 e 36 mesi con inizio indicativamente da agosto 2018.

In allegato è disponibile il testo del bando. Per la documentazione completa e per accedere al sistema SWIM per la presentazione telematica delle proposte: pagina web dedicata alla call

Scadenza

18/04/2018

Referente

Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali, Inclusione

Risorse finanziarie disponibili

€ 10.000.000

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi candidati all`UE (aggiornato marzo 2015) - Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia e Albania

Norvegia -

Islanda -

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 22/01/2018
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it