martedì 23.10.2018
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


EaSI - Asse Progress: bando VP/2018/003 – Accesso alla protezione sociale e sostegno alle riforme nazionali

Titolo

Call for proposals on social innovation and national reforms – Access to Social Protection and National Reform Support – EaSI Progress Axis Call for proposals VP/2018/003

Oggetto

Programma EaSI - Asse Progress: bando sull'innovazione sociale e le riforme nazionali - Accesso alla protezione sociale e sostegno alle riforme nazionali.

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa del 19/2/2018

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Aiutare gli attori governativi e non governativi e le parti sociali ad attuare i diritti e i principi stabiliti dal Pilastro europeo dei diritti sociali attraverso l'innovazione sociale e le riforme delle politiche nazionali relative al sostegno all’accesso alla protezione sociale e allo sviluppo di sistemi adeguati di protezione sociale.

Azioni

Il bando è costituito da 2 lotti:

Lotto 1. Accesso alla protezione sociale
Sostegno a progetti volti a testare, sviluppare e attuare misure innovative per facilitare l'accesso alle informazioni sui diritti di protezione sociale per le persone con diversi status lavorativi e carriere nel corso della vita professionale.

In particolare potranno essere finanziate le seguenti attività:
1. Sviluppo di strumenti basati sul web (accounts) che forniscano informazioni personalizzate sui diritti di protezione sociale in uno Stato membro. Gli accounts dovrebbero fornire una panoramica più completa possibile sui diritti alle prestazioni di protezione sociale e sui servizi a disposizione dell'individuo nell'ambito del sistema nazionale di protezione sociale.
2. Sviluppo di servizi di tracciamento delle pensioni transfrontalieri, basati sul web, che aiutino i lavoratori mobili a seguire i diritti pensionistici maturati in diversi Stati membri nonchè i regimi pensionistici nel corso della loro carriera professionale. In particolare le attività da finanziare dovrebbero includere:
- attuazione della fase pilota del servizio di tracciamento, che copra almeno cinque Stati UE o altri Paesi partecipanti a EASI;
- sviluppo di una strategia a lungo termine per il lancio del servizio di tracciamento. La progettazione tecnica dovrebbe consentire un successivo aggiornamento a un più ampio ambito geografico e funzionalità. La strategia dovrebbe anche concentrarsi sul rendere il servizio finanziariamente autosufficiente dopo il lancio.
3. Sviluppo di altre azioni innovative per migliorare la consapevolezza dei diritti individuali di protezione sociale e facilitare le transizioni professionali  e/o la mobilità geografica della popolazione attiva.

Lotto 2. Sostegno alle riforme nazionali
Sostegno a progetti volti a supportare la preparazione delle riforme nazionali orientate a modernizzare i sistemi di protezione sociale e renderli capaci di affrontare sfide quali la digitalizzazione e il cambiamento del mondo del lavoro, l'invecchiamento della popolazione e la capacità dei sistemi di welfare di assorbire gli shock economici.

In particolare potranno essere finanziate le seguenti attività:
1. Sviluppo di strumenti di modellizzazione delle politiche sociali per analizzare i rischi, i bisogni e i risultati sociali in diversi scenari - come gli strumenti di microsimulazione - volti a concepire riforme di protezione sociale basate su prove; è ammissibile anche l’adattamento di modelli utilizzati in altri Paesi UE (o a livello dell'UE) e l'adattamento di modelli propri per ottenere risultati comparabili con altri Paesi UE;
2. Pianificazione e preparazione di riforme in materia di protezione sociale, incluso ma non solo:
- riforme volte a migliorare la protezione sociale dei lavoratori autonomi o atipici; riforme per garantire la continuità dei diritti di protezione sociale durante i cambiamenti nella carriera lavorativa.
-sviluppo integrato dei regimi pensionistici pubblici e integrativi, volto a garantire un'ampia copertura da parte dei diversi pilastri del sistema pensionistico e livelli adeguati di reddito da pensione per la popolazione pensionata.

Per entrambi i lotti, le azioni devono:
- dimostrare una visione a lungo termine;
- essere sostenibili al di là del periodo di finanziamento del progetto;
- essere supportate da un metodo di valutazione solido e documentato e da meccanismi di convalida;
- includere meccanismi di trasferimento/replicazione.

La Commissione Ue intende finanziare 3-4 progetti per ciascun lotto.

Beneficiari

Proponenti di progetto devono essere autorità nazionali competenti, quali ministeri responsabili per la protezione sociale, oppure agenzie pubbliche espressamente incaricate dall’autorità nazionale competente ad assumere la responsabilità del progetto. Questi soggetti possono presentare progetti in partnership (come lead applicant) oppure singolarmente.

Co-applicant di progetto possono essere enti pubblici e enti privati profit o no-profit.

Lead o sole applicant e co-applicant devono essere stabiliti in uno dei Paesi ammissibili a EaSI indicati a fondo scheda.

Nota: In considerazione della Brexit, la Commissione Ue precisa che se il Regno Unito esce dall’UE durante il periodo di concessione della sovvenzione senza concludere un accordo che garantisca che i candidati britannici continuano ad essere ammissibili, eventuali proponenti/partner del Regno Unito potranno non ricevere più i finanziamenti UE oppure essere invitati a lasciare il progetto.

Entità Contributo

Il cofinanziamento UE può coprire fino all’80% dei costi totali ammissibili del progetto.

Modalità e procedura

I progetti devono avere una durata compresa tra 30 e 36 mesi con inizio indicativamente da settembre 2018.

In allegato è disponibile il testo del bando. Per la documentazione completa e per accedere al sistema SWIM per la presentazione telematica delle proposte: pagina web dedicata alla call

Scadenza

18/05/2018

Referente

Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali, Inclusione

Risorse finanziarie disponibili

€ 10.000.000: € 5 .000.000 per ciascun lotto

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi candidati all`UE (aggiornato marzo 2015) - Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia e Albania

Norvegia -

Islanda -

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 21/02/2018
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it