sabato 24.10.2020
Europa Facile > Scheda News

Scheda News


Green Deal europeo: la Commissione propone la legge europea sul clima e apre una consultazione in vista del patto europeo per il clima

La legge europea sul clima e il patto europeo per il clima sono due passaggi fondamentali dell’attuazione del Green Deal europeo e la scorsa settimana la Commissione europea ha dato il via all’iter per entrambe queste azioni pubblicando la proposta di regolamento per la prima e aprendo una consultazione per un nuovo patto europeo per il clima.

Attraverso la legge europea sul clima la Commissione propone un obiettivo giuridicamente vincolante di azzeramento delle emissioni nette di gas a effetto serra entro il 2050 e impone alle istituzioni dell'UE e agli Stati membri di agire insieme adottando, cisacuno al proprio livello, le misure necessarie per contribuire al raggiungimento di questo obiettivo. Traccia inoltre la rotta per tutte le politiche dell'UE in relazione con il clima, garantendo così prevedibilità alle autorità pubbliche, alle imprese e ai cittadini, e prevede misure per verificare i progressi compiuti e adeguare di conseguenza i successivi interventi sulla base di sistemi esistenti, quali il processo di governance dei piani nazionali per l'energia e il clima degli Stati membri, le relazioni periodiche dell'Agenzia europea dell'ambiente e i più recenti dati scientifici sui cambiamenti climatici e i relativi impatti (i progressi saranno verificati ogni cinque anni, in linea con il bilancio globale previsto dall'accordo di Parigi).

Una volta approvata la legge, la Commissione satà chiamata a procedere all'esame delle politiche e della legislazione esistenti, per valutarne la coerenza rispetto all'obiettivo della neutralità climatica e alla traiettoria stabilita: nell'ambito di un intervento in due fasi, la Commissione valuterà e poi formulerà proposte per aumentare l'obiettivo di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra dell'UE entro il 2030, in modo da assicurarne la coerenza con l'obiettivo della neutralità climatica entro il 2050. Entro settembre 2020 la Commissione dovrà presentare un piano corredato di una valutazione d'impatto per aumentare in modo responsabile l'obiettivo 2030 ad almeno il 50% e possibilmente 55% rispetto ai livelli del 1990, proponendo di modificare di conseguenza la legislazione in materia di clima.

Per conseguire il nuovo e più ambizioso obiettivo per il 2030, la Commissione entro giugno 2021 proporrà il riesame delle seguenti normative:

- direttiva sul sistema per lo scambio di quote di emissioni dell'Unione europea (EU ETS);
- regolamento sulla condivisione degli sforzi;
- regolamento sull'uso del suolo, cambiamento di uso del suolo e silvicoltura (LULUCF);
- direttiva sull'efficienza energetica;
- direttiva sulle energie rinnovabili;
- norme relative ai livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 di autovetture e furgoni.


Attraverso la consultazione pubblica su un nuovo patto europeo per il clima, aperta contestualmente alla pubblicazione della proposta per la legge europea sul clima, la Commissione intende coinvolgere tutti i settori della società e dell'economia nella transizione verso la neutralità climatica dell'Unione europea avviando un'iniziativa di ampio respiro per dare voce e ruolo ai cittadini e ai portatori di interessi nella progettazione di nuove azioni per il clima, condividendo informazioni, avviando attività dal basso e illustrando soluzioni che possono essere adottate anche da altri.

La consultazione pubblica resterà aperta fino al 27 maggio. I contributi ricevuti saranno utilizzati per definire il patto per il clima che sarà varato prima della conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici in programma a Glasgow nel novembre 2020 (COP26).

Assieme a queste due importanti azioni la Commissione ha inoltre avviato altri due importanti strumenti politici previsti dal Green Deal europeo, con la pubblicazione delle valutazioni d'impatto iniziali sul futuro meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere e sulla revisione della direttiva sulla tassazione dell'energia, oltre alla proposta di designare il 2021 Anno europeo del trasporto ferroviario per dare risalto ai benefici per il clima derivanti dall'aumento dell'utilizzo della rete ferroviaria per il trasporto di persone e merci.
 

Approfondimenti:
Comunicato stampa della Commissione e FAQ
Proposta di regolamento relativa alla legge europea sul clima
Consultazione per un nuovo patto europeo per il clima



Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 09.03.2020
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it