venerdì 27.5.2022
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Bando VP/2015/003 - Informazione, consultazione e partecipazione dei rappresentanti delle imprese

Titolo

Budget Heading 04.03.01.06 Information, Consultation and Participation of representatives of undertakings - Call for Proposals 2015 VP/2015/003

Oggetto

Bando 2015 relativo alla "Linea di bilancio 04.03.03.03 - Informazione, consultazione e partecipazione dei rappresentanti delle imprese".

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa DG EMPL del 30/3/2015

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Sostenere misure volte a sviluppare la partecipazione dei lavoratori nelle imprese - vale a dire qualsiasi meccanismo mediante il quale i rappresentanti dei lavoratori possono esercitare un`influenza sulle decisioni che devono essere prese all’interno di un’impresa - in particolare sensibilizzando e contribuendo all’applicazione della normativa e delle politiche dell`UE in questo settore.

Azioni

Progetti transnazionali orientati ad almeno una delle seguenti priorità:
- promuovere azioni volte a preparare l’istituzione di organismi e meccanismi transnazionali di informazione, consultazione e partecipazione derivanti dall’applicazione della normativa UE in materia di partecipazione dei lavoratori;
- promuovere lo scambio di informazioni e buone pratiche volti a creare condizioni favorevoli all’istituzione degli organismi e dei meccanismi sopra indicati;
- promuovere azioni volte a familiarizzare le parti sociali e gli attori a livello d’impresa con i contenuti della normativa UE in materia di partecipazione dei lavoratori e a consentire a tali soggetti di esercitare i loro diritti e doveri a riguardo;
- promuovere iniziative per rafforzare la cooperazione transnazionale tra rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro all’interno di imprese che operano in più di uno Stato membro;
- promuovere azioni transnazionali sulla partecipazione dei lavoratori che coinvolgono rappresentanti dei nuovi Stati membri e dei Paesi candidati;
- promuovere azioni volte a familiarizzare gli attori rappresentati a livello d’impresa con gli accordi transnazionali d’impresa e a rafforzare la loro cooperazione all’interno dell’UE;
- promuovere azioni che favoriscono lo sviluppo del coinvolgimento dei lavoratori nelle imprese (tenendo conto anche, se necessario, delle specifiche esigenze dei lavoratori con disabilità) e dare sefguito alle conclusioni del Fitness Check sugli atti UE in materia di informazione e consultazione dei lavoratori;
- promuovere azioni innovative relative al coinvolgimento dei lavoratori, con l’obiettivo di supportare l’anticipazione dei cambiamenti nonché la prevenzione e la risoluzione delle controversie nel quadro di ristrutturazioni aziendali, fusioni, acquisizioni e trasferimenti di impresa;
- rafforzare la cooperazione tra le parti sociali per lo sviluppo del coinvolgimento dei lavoratori nella definizione di soluzioni per affrontare le conseguenze della crisi economica, come gli esuberi o la necessità di indirizzarsi verso un'economia inclusiva, sostenibile e a basse emissioni di carbonio;
- sviluppare le competenze all’interno degli Stati membri, promuovere la cooperazione tra le autorità pertinenti e le parti interessate e rafforzare le relazioni con le istituzioni dell`UE, in modo da sostenere l`attuazione e migliorare l`efficacia della normativa UE sulla partecipazione dei lavoratori.

Attività finanziabili:
a) Conferenze, seminari, attività formative di breve durata, manuali, scambio di informazioni e buone pratiche che coinvolgono i rappresentanti dei lavoratori e/o dei datori di lavoro;
b) Documenti di analisi su aspetti quantitativi e qualitativi e su risultati relativi a questioni inerenti la rappresentanza dei lavoratori e dei datori di lavoro e il dialogo sociale a livello d’impresa in un contesto di cooperazione transnazionale;
c) Siti web, pubblicazioni, newsletter e altri mezzi di diffusione dell’informazione.

Le azioni devono essere realizzate negli Stati UE o nei Paesi candidati all’adesione.

Beneficiari

Organizzazioni rappresentative dei lavoratori o dei datori di lavoro:
- per i lavoratori può trattarsi di Comitati aziendali o organismi simili rappresentativi dei lavoratori, di sindacati a livello regionale, nazionale, europeo, settoriale o multi-settoriale;
- per i datori di lavoro può trattarsi della direzione d`impresa o di organizzazioni rappresentative dei datori di lavoro a livello regionale, nazionale, europeo, settoriale o multi-settoriale.

In via eccezionale possono presentare proposte anche organismi tecnici, quali enti no-profit di formazione e di ricerca e imprese commerciali, purché espressamente e formalmente delegati da organizzazioni rappresentative ammissibili.

Il lead applicant di progetto deve essere stabilito in uno degli Stati UE, il co-applicant in uno Stato UE o in un Paese candidato.

Entità Contributo

Il contributo UE può coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili del progetto per un minimo di € 108.000.

Modalità e procedura

I progetti devono essere realizzati da una partnership, salvo il caso in cui siano presentati da un’organizzazione rappresentativa dei lavoratori o dei datori di lavoro di livello europeo. Pertanto, oltre al lead applicant, devono coinvolgere - come co-applicant, affiliated entity o associated organisation - organizzazioni stabilite in più di uno Stato UE e/o Paese candidato.

I progetti devono avere una durata massima di 24 mesi, con inizio tra il 15 ottobre 2015 e il 31 dicembre 2015.

In allegato è possibile scaricare il testo del bando. Il formulario elettronico e ulteriore documentazione necessaria per presentare la candidatura sono invece reperibili alla pagina web indicata a fondo scheda.

Scadenza

22/06/2015

Referente

Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali, Inclusione

Risorse finanziarie disponibili

€ 7.116.000

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cechia, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi candidati all`UE (da marzo 2015) - Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia, Serbia e Albania. Dal 12 febbraio 2019 la Ex Repubblica jugoslava di Macedonia è denominata Macedonia del Nord

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - DG Occupazione, Affari sociali, Inclusione
E-mail
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 02/04/2015
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio

Via Gobetti, 101 - 40129 - Bologna Tel. +39 051 6398099 E-mail: europa@art-er.it