• Tipo News
    INFORMAZIONE
  • Fonte
    Commissione europea
  • Del

Il 27 e 28 maggio, con una conferenza a livello europeo, si è celebrato a Bruxelles il 20° anniversario di Erasmus Mundus, l'azione attualmente finanziata dal programma Erasmus+ che promuove la cooperazione nell’istruzione superiore, sostenendo la creazione di master internazionali congiunti concepitii ed erogati da un gruppo di università in Europa e oltre.

Lanciato nel 2004 come programma indipendente, nel tempo Eramus Mundus è diventato parte integrante della dimensione internazionale di Erasmus+, con l'obiettivo di migliorare l'attrattiva e l'eccellenza dell'istruzione superiore europea e attrarre talenti in Europa.

In occasione di questo anniversario, l'Agenzia esecutiva europea per l'istruzione e la cultura (EACEA) ha pubblicato lo studio "20 anni di Erasmus Mundus: impatto trasformativo e percorsi per il futuro". Lo studio fornisce una panoramica dell'evoluzione di Erasmus Mundus e offre un'analisi dettagliata del suo ampio impatto su tutti gli attori coinvolti (studenti e istituti). Esso analizza come, nell’arco di 20 anni, Erasmus Mundus abbia concretamente contribuito a migliorare la qualità dell'istruzione e a rafforzare la collaborazione internazionale negli istituti di istruzione superiore. Dal suo avvio, circa 50.000 studenti provenienti da 179 Paesi hanno partecipato ai master congiunti e oltre 34.000 studenti hanno ricevuto una borsa di studio finanziata dall'UE. 

Nel corso di questi due decenni Erasmus Mundus è stato quindi determinante per sostenere l’internazionalizzazione, il riconoscimento, la mobilità e, attualmente, lo è anche in relazione agli sforzi verso l'istituzione di un diploma di laurea europeo.

Nell'ambito della programmazione finanziaria 2021-2027, l'UE ha messo in campo circa 1 miliardo di € per l'azione Erasmus Mundus. Di queste risorse, 153,1 milioni di € sono stati assegnati per l'invito a presentare proposte 2024 (che si è chiuso il 15 febbraio scorso).