lunedì 18.2.2019
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


ENI –EST: EU4Business: Connecting companies

Titolo

EU4Business : Connecting Companies

Oggetto

Bando per incoraggiare lo sviluppo di modelli di crescita economica sostenibili ed equi nei paesi del partenariato orientale, che possono generare maggiori investimenti e migliorare le condizioni socioeconomiche e le opportunità di occupazione per i cittadini.

I Paesi destinatari degli interventi sono i Paesi del partenariato orientale beneficiari del programma ENI (ENI-EST): Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova e Ucraina.

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa EuropeAid/161515/DH/ACT/Multi

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Sostenere la capacità delle organizzazioni settoriali di sostegno alle imprese (BSO) per migliorare l'internazionalizzazione delle PMI dei paesi destinatari, le loro capacità di esportazione e il loro accesso a nuovi mercati.

L'assistenza si concentrerà sui settori che hanno maggiori possibilità di esportazione verso l'UE e sul commercio intra-regionale tra i paesi destinatari.

Azioni

Il progetto sostiene lo sviluppo di reti aziendali di qualità, compresa la fornitura di adeguati servizi di supporto e collegamento per le PMI, anche quelle dei settori agroalimentare, edilizia sostenibile, TIC, trasporti e logistica, tessile e turismo (l’elenco dei settori non è esaustivo).

Azioni finanziabili:
• Sviluppo della capacità interna delle organizzazioni di sostegno alle imprese per migliorare l'internazionalizzazione e le capacità di esportazione delle PMI,
• Promozione della cooperazione tra le organizzazioni di sostegno alle imprese dell'UE e del partenariato orientale
• Sviluppo di reti di aziende di qualità, anche fornendo un supporto adeguato e collegamenti aziendali per le PMI
• Sviluppo di servizi di supporto alle imprese specifici per settore, tenendo in considerazione il contesto del partenariato orientale.
• Offerta di servizi su misura per le PMI che contribuiscano a migliorare la loro competitività e produttività;
• Rafforzamento delle reti di supporto per le PMI, come ad esempio le organizzazioni imprenditoriali
• Misure a favore di un ambiente imprenditoriale più favorevole alle PMI o a politiche migliori per le stesse
• Miglioramento della parità di genere nelle azioni precedenti
• Supporto allo sviluppo di servizi nuovi/ampliati destinati a BSO e PMI

Temi prioritari da affrontare
- limitato accesso al mercato (locale e internazionale) da parte delle PMI
- difficoltà a comprendere come esportare (verso l'UE e la regione del partenariato orientale) e mancanza di comprensione del potenziale del settore e della domanda per i prodotti/servizi della regione del partenariato orientale (promozione delle esportazioni)
- disponibilità limitata di servizi di qualità per le PMI specifici per settore

 

Attività (elenco non esaustivo)
- sviluppo di migliori collegamenti tra imprese, compresa la creazione di "cluster" di società che collaborano tra loro per lanciare nuovi prodotti, migliori e più economici, o l’avvio di forum per discutere come le aziende locali possono migliorare le connessioni tra di loro,
- formazione per aumentare la capacità interna delle BSO e la capacità di fornire un sostegno specifico per settore alle PMI per l'esportazione, con l'obiettivo di aumentare la cooperazione e le interconnessioni tra le BSO del partenariato orientale e dell’UE,
- elaborazione di manuali di orientamento e best practice su base settoriale, all’interno di un quadro di lavoro generale,
- creazione di collegamenti diretti tra le BSO degli Stati UE e quelle del Partenariato orientale per aumentare la conoscenza e la fiducia da parte delle BSO dell’UE sull'ambiente del commercio e sulle opportunità di investimento disponibili nei paesi del partenariato orientale. In questo contesto, attuazione di partenariati a più lungo termine tra le BSO degli Stati UE e quelle del partenariato orientale,
- organizzazione di incontri B2B tra i paesi dell'UE e del partenariato orientale, ma anche fra i paesi del partenariato orientale,
- espansione e sviluppo della comunicazione verso le BSO dell'UE / all'interno dell'UE per diversificare e attrarre maggiori competenze e scambi di esperienze tra le PMI e i BSO dell'UE e del partenariato orientale,
- sostegno alla parità di genere a livello di BSO e sviluppo dell'imprenditorialità femminile (incoraggiando la creazione di comitati femminili, ad esempio assegnando posizioni dirigenziali alle donne nei BSO),
- sostegno allo scambio tra pari tra le PMI, per garantire la condivisione delle informazioni e delle migliori pratiche, basandosi sulle reti esistenti.

Il progetto dovrà prevedere il sostegno finanziario ad attività di terzi per rafforzare l'azione degli agenti di settore, in particolare l'internazionalizzazione delle loro PMI (a questo devono essere destinati 3,5 milioni di euro). Per questa misura deve essere indicata la strategia che dovrà guidare la scelta dei terzi da finanziare assicurando un uso adeguato delle risorse

Beneficiari

Persone giuridiche senza scopo di lucro che possono rientrare nella definizione di operatori del settore pubblico e organizzazioni (intergovernative) internazionali.

Possono partecipare in qualità di co-proponente anche le seguenti tipologie di soggetti: Organizzazioni di sostegno alle imprese, associazioni imprenditoriali, PMI, Camere di commercio e federazioni dei datori di lavoro, associazioni di donne, federazioni di settore, agenzie di sviluppo economico locale e regionale stabilite nel paese in cui si svolgerà l'azione

Entità Contributo

Il contribuito per progetto può coprire fino al 95% dei costi ammissibili, per un massimo di 6.500.000 euro; non saranno presi in considerazione progetti che richiedano un contributo inferiore a 6.000.000 euro. (sarà finanziato un solo progetto).

Modalità e procedura

Le attività previste dalle proposte progettuali devono coprire una durata compresa fra 36 e 48 mesi e devono svolgersi in tutti e sei i Paesi del Partenariato orientale destinatari.

Le proposte progettuali devono essere scritte in inglese.

Il bando è qualificato come “ristretto” e questo implica che la presentazione delle proposte di progetto avvenga in due fasi: la prima consiste nell’invio delle proposte di progetto attraverso la compilazione del concept note, un formulario meno dettagliato attraverso il quale presentare il progetto in modo sintetico; solo i progetti valutati positivamente saranno inseriti in una short list e i loro proponenti saranno invitati a presentare le proposte complete di progetto. Le proposte complete devono essere CONFORMI CON QUELLE PRESENTATE ATTRAVERSO IL CONCEPT NOTE (ovvero: gli elementi presentati nel concept note non possono essere modificati nella proposta completa). NB: in fase di concept note non è necessario che il budget del progetto sia dettagliato e definitivo: l’ammontare del contributo richiesto è solo indicativo (il contributo richiesto nel progetto completo si può discostare da quello indicato nel concept note fino al 20%).

Sia il proponente sia i partner devono essere registrati nel sistema PADOR: il proponente deve esserlo già al momento della presentazione del concept note, mentre i partner (e gli enti affiliati) è sufficiente che lo siano al momento della presentazione della proposta completa del progetto.

Le proposte progettuali devono essere inviate esclusivamente online attraverso il sistema PROSPECT.

Tutta la documentazione relativa al bando è reperibile sulla pagina web indicata negli Indirizzi Utili.

Scadenza

15/02/2019 h. 12 (ora di Bruxelles)

Referente

Commissione europea –Cooperazione internazionale e sviluppo (EuropeAid)

Risorse finanziarie disponibili

6.500.000 euro
Una parte importante delle risorse disponibili (3,5 milioni) dovrà essere destinata al finanziamento di terzi (come specificato nel campo Azioni)

Indirizzi Utili

Referente: EuropeAid - cooperazione internazionale e sviluppo
Indirizzo: pagina web del bando
Sito Web



Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 11/01/2019
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it