sabato 27.2.2021
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Strumento di Partenariato: Iniziativa UE a supporto della cyber diplomazia

Titolo

EU Cyber Diplomacy Support Initiative

Fonte

Commissione europea EuropeAid/170453/DH/ACT/Multi del 1/12/2020

Note

La Commissione europea – Cooperazione e sviluppo EuropeAid, nel quadro dello Strumento di partenariato (PI) ha lanciato un bando dal titolo EU Cyber Diplomacy Support Initiative, con il quale intende promuovere e proteggere un ciberspazio unico, aperto, libero e sicuro, che rifletta e rispetti totalmente i valori chiave della democrazia, dei diritti umani e dello stato di diritto dell'UE.

Il bando è articolato in 3 obiettivi/componenti:

- Aumentare il consenso nei paesi partner verso un cyber spazio unico, libero e sicuro attraverso la promozione del diritto internazionale esistente, delle norme di comportamento statali, di misure di rafforzamento della fiducia verso il ciberspazio e di una maggiore resilienza cibernetica (componente cyber consultazione)

- Aumentare la convergenza fra gli standard, le politiche e le migliori pratiche dei paesi partner e delle organizzazioni regionali e quelle dell'UE (componente cooperazione e capacity building)

- Sensibilizzare sui contributi dell'UE alla stabilità e alla resilienza cibernetica globale nei paesi partner e nelle organizzazioni internazionali e regionali (componente divulgazione e diplomazia pubblica)

 

Le sue priorità sono:
- Migliorare il coinvolgimento e l’advocacy attraverso attività di dialogo regolare e consultazione dei partner chiave globali sui temi della cibersicurezza che sono di interesse condiviso o convergente
- Migliorare il consenso nei paesi partner a proposito di come applicare al ciberspazio il diritto internazionale esistente
- Migliorare lo sviluppo di norme cibernetiche e di misure di costruzione della fiducia
- Rafforzare il coinvolgimento cibernetico multistakeholder
- Migliorare la disseminazione delle migliori pratiche UE nel rafforzamento della resilienza cibernetica e proteggere le infrastrutture cibernetiche critiche

I progetti devono riguardare la politica estera e di sicurezza con focus sulla cyber diplomazia e sulla cyber resilienza

Attività ammissibili:
- analisi politica e attività di ricerca per supportare l'efficace coinvolgimento dell'UE
- organizzazione di cyber consultazioni UE con partner chiave globali sui temi della cyber sicurezza riguardanti interessi condivisi o convergenti
- sostegno ad attività di cooperazione e di capacity building per specifici stakeholder sull'applicazione del diritto internazionale, delle norme cibernetiche e di misure di creazione della fiducia verso l’informatica e sulla cyber resilienza delle Infrastrutture critiche
- attività di sensibilizzazione e di diplomazia pubblica per promuovere una maggiore visibilità e comprensione dell'approccio dell'UE e dei suoi contributi alla stabilità e resilienza cibernetica globale

Proponenti ammissibili: enti dotati di personalità giuridica, senza scopo di lucro quali ad esempio: think tank, ONG, istituti di ricerca e altre organizzazioni della società civile, agenzie specializzate UE e organizzazioni regionali e (intergovernative) internazionali.

Il partenariato è ammesso ma non è requisito obbligatorio.

I progetti devono avere una durata prevista di 36 mesi.

Il bando beneficia di un budget di 3.500.000 euro.

Il contributo del programma può coprire fino al 100% dei costi ammissibili di progetto (minimo 90%), fino a un massimo pari all’ammontare del budget del bando (sarà finanziato un solo progetto). Non saranno ammessi alla valutazione progetti che richiedano un contributo inferiore a 3.000.000 euro.

Il bando segue la procedura di presentazione aperta, che prevede la presentazione in un’unica soluzione del concept note e della proposta completa di progetto. La Commissione procederà prima alla valutazione del concept note e solo per quelli che passeranno questa prima fase sarà valutata anche la proposta completa di progetto.
Sia il proponente sia eventuali partner devono essere registrati nel sistema PADOR.

Le proposte progettuali devono essere presentate elettronicamente attraverso il sistema PROSPECT.

La scadenza per la presentazione delle proposte di progetto è il 1° marzo 2021.

Il 14 gennaio prossimo è in programma a Bruxelles una sessione informativa sul bando, alla quale è possibila partecipare da remoto. Le iscrizioni devono essere inviate entro il 7 gennaio seguendo le indicazioni delle guidelines.

Tutta la documentazione per la presentazione delle proposte progettuali è scaricabile qui




Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 10/12/2020
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it