mercoledì 19.1.2022
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


Erasmus+: Bando 2021 per Scambi virtuali nei settori dell’istruzione superiore e della gioventù

Titolo

Erasmus+ Programme (ERASMUS) - Call for proposals Virtual Exchanges in Higher Education and Youth (ERASMUS-EDU-2021-VIRT-EXCH)

Oggetto

Bando nell’ambito del programma “Erasmus+”: Scambi virtuali nei settori dell’istruzione superiore e della gioventù.

Il bando rientra fra le azioni previste da Erasmus+ per rafforzare la cooperazione internazionale con i Paesi terzi non associati al programma ed è articolato in due topic distinti:
- Scambi virtuali con i Balcani occidentali
- Scambi virtuali con specifiche regioni del mondo

Fonte

Commissione europea - Funding & Tender Portal del 3/11/2021

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Obiettivi specifici:

- incoraggiare il dialogo interculturale con i Paesi terzi non associati ad Erasmus+ e accrescere la comprensione attraverso interazioni online tra persone, basandosi su tecnologie digitali a misura di giovane;
- promuovere scambi virtuali a complemento della mobilità fisica di Erasmus+, permettendo a un maggior numero di giovani di beneficiare di un’esperienza interculturale e internazionale;
- migliorare il senso critico e l'alfabetizzazione mediatica, in particolare nell'uso di Internet e dei social media, per contrastare l'indottrinamento, la polarizzazione e la radicalizzazione violenta;
- promuovere lo sviluppo di competenze digitali e di soft skills di studenti, giovani e operatori giovanili, in particolare per migliorare l'occupabilità;
- promuovere la cittadinanza e i valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione attraverso l'istruzione;
- rafforzare la dimensione giovanile nelle relazioni dell'UE con i Paesi terzi.

Azioni

Progetti riguardanti uno dei due topic del bando:

- Scambi virtuali con i Balcani occidentali, ovvero Albania, Bosnia e Herzegovina, Kosovo, Montenegro.

- Scambi virtuali con specifiche regioni del mondo, ovvero Paesi del vicinato orientale (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova, Territorio dell'Ucraina riconosciuto dal diritto internazionale), Paesi del vicinato meridionale (Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia), Russia, Africa subsahariana.

Gli scambi virtuali sono attività online people-to-people che promuovono il dialogo interculturale e lo sviluppo di soft skills. Coinvolgono piccoli gruppi di persone e sono moderati da un facilitatore qualificato. Gli scambi dovrebbero essere facilmente inseriti nei progetti giovanili (istruzione non formale) o nei corsi di istruzione superiore.

I progetti saranno finanziati sulla base di piani di lavoro che possono integrare un'ampia gamma di attività di cooperazione online, tra cui ad esempio:
- dibattiti online facilitati tra giovani di organizzazioni giovanili con sede in diversi Paesi, nell'ambito di progetti giovanili. Le organizzazioni partecipanti devono organizzare scambi virtuali per giovani di età compresa tra 13 e 30 anni;
- formazione per animatori giovanili desiderosi di sviluppare un progetto di scambio virtuale con colleghi di altri Paesi;
- dibattiti online facilitati tra studenti di istituti di istruzione superiore con sede in diversi Paesi, nell'ambito dei diplomi di istruzione superiore;
- formazione per docenti/personale universitario desiderosi di sviluppare un progetto di scambio virtuale con colleghi di altri Paesi;
- corsi online aperti interattivi.

Per svolgere le attività di cui sopra, i progetti dovrebbero fare affidamento su strumenti e piattaforme esistenti. I singoli individui partecipanti devono risiedere nei Paesi delle organizzazioni che partecipano al progetto.

Beneficiari

Istituti di istruzione superiore e organizzazioni attive nel campo dell’istruzione superiore o della gioventù stabiliti in uno dei seguenti Paesi ammissibili:
- Paesi aderenti al programma (Programme Countries), ovvero Stati UE, incluso PTOM, e Paesi terzi associati ad Erasmus+;
- Paesi partner del programma (Partner Countries), ovvero Paesi terzi non associati ad Erasmus+ sopra indicati.

Entità Contributo

La sovvenzione UE potrà coprire fino al 95% dei costi ammissibili del progetto per un massimo di 500.000 euro.

Modalità e procedura

I progetti devono essere presentati da un consorzio costituito da almeno 4 soggetti che soddisfi le seguenti condizioni:

- il coordinatore di progetto deve essere stabilito in uno dei Paesi aderenti al programma;
- il consorzio deve coinvolgere almeno 2 istituti di istruzione superiore o 2 organizzazioni giovanili di due Paesi aderenti al programma e 2 istituti di istruzione superiore o 2 organizzazioni giovanili di 2 Paesi partner del programma della stessa regione geografica;
- il numero di organizzazioni dei Paesi aderenti al programma non può essere superiore al numero di organizzazioni dei Paesi partner del programma.
- nel caso dell'Africa subsahariana, i candidati sono incoraggiati a coinvolgere partner di un’ ampia di gamma di Paesi, compresi quelli meno sviluppati e/o partner aventi poca esperienza in Erasmus+.

I progetti proposti devono avere una durata di 36 mesi, indicativamente con inizio ottobre-dicembre 2022.

L' Agenzia esecutiva EACEA ha organizzato una sessione informativa dedicata al bando, che si svolgerà online il 30 novembre 2021, dalle ore 14.00 alle ore 17.00. Maggiori informazioni e link per seguire l'incontro.

Scadenza

22 febbraio 2022, ore 17.00 (ora di Bruxelles)

Referente

EACEA - Agenzia esecutiva per l`istruzione e la cultura

Risorse finanziarie disponibili

4.000.000 euro, così ripartiti:
- Scambi virtuali con i Balcani occidentali: 1.000.000 euro (provenienti dallo strumento IPA III);
- Scambi virtuali con specifiche regioni del mondo: 3.000.000 euro (di cui Vicinato orientale: 750.000 euro; Vicinato meridionale 750.000 euro, Russia 500.000 euro, Africa subsahariana 1.000.000 euro. Queste risorse provengono dallo strumento NDICI – Europa Globale).

Aree Geografiche

UE 27 (post Brexit) - Austria, Belgio, Bulgaria, Cechia, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

PTOM - Paesi e Territori d'Oltremare: Paesi, territori e collettività che non sono sovrani ma dipendono in misura diversa dai tre Stati membri con i quali mantengono legami speciali, ovvero 1.Olanda: Aruba, Bonaire, Curaçao, Saba, Sint Eustatius, Sint Maarten; 2. Francia: Nuova Caledonia, Polinesia francese, Terre australi e antartiche francesi, Isole di Wallis e Futuna, Saint Pierre e Miquelon, Saint Barthélemy; 3. Danimarca: Groenlandia

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda

Indirizzi Utili

Referente: Funding and Tenders Portal - Pagina web di riferimento per topic Scambi con i Balcani occidentali
Sito Web
Referente: Funding and Tenders Portal - Pagina web di riferimento per topic Scambi con specifiche regioni del mondo
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Silvia Tomasi
Data Pubblicazione: 10/11/2021
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato su incarico della Regione Emilia-Romagna da

ART- ER S. cons. p. a. - Attrattività Ricerca Territorio - Divisione Sviluppo Territoriale Sostenibile (ex ERVET)

Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna - Tel. 051/6450411 E-mail: info@art-er.it