martedì 17.7.2018
Europa Facile  > Agenda Bandi

Agenda Bandi


ENI – Voices of Culture

Titolo

Voices of Culture

Oggetto

Bando per il sostegno a progetti culturali in Egitto nel quadro dello strumento per la politica di vicinato ENI.

Fonte

Commissione europea - Sito Web Europa EuropeAid/160377/DD/ACT/EG del 2/7/2018

Ente Erogatore

Commissione europea

Obiettivo

Sbloccare il potenziale della cultura e della creatività e fornire un quadro per le discussioni tra gli stakeholder e l'Unione europea in tema di esigenze culturali in Egitto

Azioni

I progetti devono concentrasi sui seguenti aspetti:
- creazione e promozione di iniziative culturali e artistiche di alta qualità in grado di promuovere una cultura accessibile e inclusiva;
- patrimonio culturale immateriale;
- settori culturali e creativi;
- economia e innovazione creative;
- promozione della diversità culturale.

Dovrebbero anche facilitare l'accesso alla cultura in spazi pubblici, aree informali e luoghi culturalmente svantaggiati.

Le azioni del progetto dovranno essere in grado di stimolare l'interesse per la creatività culturale promuovendo dibattiti all'interno delle comunità che mettano a fuoco i bisogni culturali e dovranno contribuire ad aumentare la consapevolezza della storia e dei valori che Ue ed Egitto hanno in comune rafforzando il senso di appartenenza a uno spazio culturale comune europeo-egiziano. Dovranno inoltre elaborare e trovare le modalità migliori per promuovere il dialogo e riunire le persone, ad esempio attraverso il teatro, la danza, la musica, la poesia, le arti visive, il patrimonio immateriale, i film, la letteratura e ogni altro linguaggio e genere artistico.

Azioni ammissibili:
- creazioni ed iniziative artistiche,
- produzioni culturali (di qualsiasi tipo),
- iniziative che possono illustrare l’importanza del coinvolgimento delle comunità locali nel costruire un’agenda culturale nel settore pubblico,
- proposte che vanno oltre la semplice produzione artistica promuovendo anche dibattiti pubblici sui bisogni culturali della comunità,
- iniziative che dimostrano come la cultura e il patrimonio culturale immateriale possano essere un potente motore per la rigenerazione, lo sviluppo sostenibile e la crescita economica nelle aree urbane e rurali.

Il focus delle proposte progettuali dovrebbe essere sulle iniziative economiche e imprenditoriali trainate dalla cultura, comprese la produzione/artigianato e la creazione di turismo nazionale e internazionale.

Attività ammissibili (elenco non esaustivo):
- produzioni culturali e artistiche di alta qualità nei seguenti campi: teatro, danza, musica, poesia, arti visive, patrimonio immateriale, film, letteratura e qualsiasi altro linguaggio e genere artistico;
- valorizzazione sostenibile, riabilitazione di spazi pubblici alternativi che possono incoraggiare produzioni culturali locali;
- creazione di "industrie culturali" basate su produzioni artistiche che toccano le produzioni culturali moderne e artistiche del patrimonio culturale immateriale;
- promozione di dibattiti pubblici sui bisogni culturali e accesso alla cultura attraverso workshop, seminari o spettacoli artistici;
- produzioni artistiche che promuovono la diversità culturale e l'inclusione.

Beneficiari

Persone giuridiche che rientrano nelle seguenti categorie: ONG, operatori del settore pubblico, attori non statali, autorità locali, organizzazioni (intergovernative) internazionali, operatori economici del settore della cultura, del patrimonio culturale, della ricerca e sviluppo applicate alla promozione delle attività culturali, dello sviluppo di servizi, dell’ambiente, dell’integrazione economica e sociale e del turismo.
Possono inoltre partecipare a un progetto anche dei consorzi formati da enti che rispondono ai criteri di eleggibilità indicati e comprendenti anche enti privi di personalità giuridica; tali consorzi possono comprendere come loro membri anche: istituzioni culturali (come gli istituti culturali degli Stati membri dell'UE), istituzioni accademiche o di ricerca, organizzazioni di investimento finanziarie e private, fondazioni o fondi ed enti privi di personalità giuridica.

Il proponente può essere stabilito in uno dei seguenti gruppi di Paesi: UE28, Paesi beneficiari di ENI, Paesi EFTA/SEE, Paesi e territori d’oltremare (PTOM), Ex Repubblica jugoslava di Macedonia, Turchia, Albania, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Serbia, compreso il Kosovo o Paesi in via di sviluppo che rientrano nella categoria OCSE/DAC dei beneficiari di aiuto pubblico allo sviluppo e che non rientrano nel gruppo G20.

Entità Contributo

Il contribuito per progetto può coprire fino al 90% dei costi ammissibili, per un massimo di 30.000 euro; non saranno presi in considerazione progetti che richiedano un contributo inferiore a 15.000 euro. (il contributo richiesto deve in ogni caso essere superiore o pari ad almeno il 30% dei costi ammissibili di progetto).

Modalità e procedura

Il proponente può presentare una proposta progettuale da solo o in partenariato con altri soggetti ammissibili. In ogni caso il proponente (in assenza di partenariato) oppure un co-proponente deve essere registrato in base alla legge egiziana oppure deve avere un accordo bilaterale con il governo egiziano.

Le attività previste dalle proposte progettuali devono avere una durata compresa fra 2 e 15 mesi e devono svolgersi in Egitto.

Le proposte progettuali devono essere scritte in inglese.

Il bando segue la procedura di presentazione aperta, che implica la presentazione in un’unica soluzione del concept note e della proposta completa di progetto. La Commissione procederà prima alla valutazione concept note e solo per quelli che passeranno questa prima fase sarà valutata anche la proposta completa di progetto.

Sia il proponente sia i partner devono essere registrati nel sistema PADOR. La presentazione dei concept note deve essere fatta esclusivamente attraverso il sistema PROSPECT.

Per illustrare i contenuti del bando il prossimo 31 luglio presso la sede della Delegazione in Egitto si terrà una sessione informativa dedicata (iscrizioni entro il 23 luglio).


Tutta la documentazione per inviare proposte di progetto è disponibile sulla pagina web del bando, indicata negli Indirizzi utili.

Scadenza

03/09/2018

Referente

Commissione europea - Delegazione in Egitto

Risorse finanziarie disponibili

110.000 euro

Aree Geografiche

UE 28 - Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca, Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Paesi specifici/Regioni specifiche - Come specificato nella scheda

Paesi ENI-MED - Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Siria, Tunisia e Autorità palestinese.

Indirizzi Utili

Referente: Commissione europea - EuropeAid
Sito Web

Formulari e Documenti




Autore: Maria Grazia Gotti
Data Pubblicazione: 09/07/2018
Strumenti personali

EuropaFacile è realizzato da Ervet SpA su incarico della Regione Emilia-Romagna

Ervet SpA P.IVA 00569890379 - Via Morgagni, 6 - 40122 Bologna tel. 051/6450411 - fax 051/6450310 - e-mail: info@ervet.it